iscrizionenewslettergif
Esteri

Scienziati nucleari uccisi: l’Iran accusa Israele

Di Redazione12 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il presidente iraniano Ahmadinejad

Il presidente iraniano Ahmadinejad

TEHERAN, Iran — Ci sarebbe la mano del Mossad, il servizio segreto israeliano, dietro l’attentato dinamitardo che ha portato alla morte di due persone fuori dall’università Allameh Tatabai di Teheran.

Secondo testimoni oculari, un ignoto motociclista ha piazzato una bomba accanto all’auto delle vittime, che è poi esplosa. Il vice governatore della capitale iraniana ha indicato “Israele” come responsabile dell’attentato, con lo scopo di “disturbare” le elezioni.

L’attentato sembra simile a quelli che oltre un anno fa colpirono alcuni scienziati nucleari. La bomba è esplosa vicino alla facoltà di Scienze Sociali e una delle vittime identificate è Mostafa Ahmadi-Roshan, un cattedratico che insegnava scienze dell’industria petrolifera, come riferito dall’agenzia di stampa Mehr.

Roshan supervisionava un dipartimento nell’impianto nucleare per l’arricchimento dell’uranio a Natanz, nella provincia di Isfahan, nell’Iran centrale. Sono diversi gli scienziati nucleari iraniani assassinati negli ultimi anni, con Teheran che ha sempre accusato Stati Uniti e Israele per questi omicidi.

La comunità internazionale sospetta che il programma atomico della Repubblica Islamica abbia finalità militari. Dopo le misure restrittive imposte dagli Usa a fine anno, in questi giorni anche l’Ue sta definendo nuove sanzioni economiche contro l’Iran.

Indonesia: violentissimo terremoto al largo di Sumatra

Banda Aceh dopo lo tsunami del 2004 GIAKARTA, Indonesia -- Il governo indonesiano ha lanciato e poi ritirato poche ore fa un ...

Rischio attentati agli impianti nucleari tedeschi

Gli impianti di stoccaggio nucleare di Gorleben BERLINO, Germania -- Con una mossa del tutto inaspettata, la cancelliera tedesca Angela Merkel ha ...