iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Politica

La Camera salva Cosentino: negata autorizzazione all’arresto

Di Redazione12 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Nicola Cosentino

Nicola Cosentino

ROMA — Niente carcere. La Camera ha detto no all’arresto di Nicola Cosentino, il deputato e coordinatore campano del Pdl indagato per presunti rapporti con la camorra. Il voto si è svolto questa mattina scrutinio segreto: 309 deputati si sono espressi contro l’autorizzazione all’arresto, 298 a favore. Nessun astenuto.

Alla lettura del “verdetto” in aula, i deputati del Pdl sono scattati in piedi e si sono diretti al posto di Cosentino per abbracciarlo e congratularsi con lui. Lungo è stato l’abbraccio tra lui e Alfonso Papa. Saluti e strette di mano dau colleghi di partito. Silvio Berlusconi, invece, è rimasto seduto al suo posto, pur esprimendo soddisfazione con Cicchitto e Alfano.

Cosentino era già stato salvato dall’arresto una prima volta il 10 dicembre del 2009. Allora i “no” alla richiesta della magistratura di Napoli furono 360 e 226 i sì.

Bossi: libertà di coscienza sull’arresto di Cosentino

Umberto Bossi con i leghisti ROMA -- Umberto Bossi non ha dato indicazioni di partito ai deputati leghisti che oggi ...

Incidenti in città: il Pd chiede interventi concreti

Un incidente stradale BERGAMO -- Con una media di tre incidenti ogni cento abitanti, Bergamo è la città ...