iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Alaska, moria di foche e trichechi: radiazioni da Fukushima?

Di Redazione12 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Una foca malata in Alaska

Una foca malata in Alaska

FUKUSHIMA, Giappone — Potrebbero esserci le tonnellate di acqua radioattiva gettata in mare dalla centrale atomica di Fukushima all’origine della misteriosa morte di un centinaio di foche e trichechi, ritrovati senza vita sullo stretto di Bering in Alaska. E’ il sospetto degli ambientalisti e dell’Us and Wildlife service che ha immediatamente allertato scienziati e veterinari.

Le prime analisi sui cadaveri hanno rinvenuto delle ferite alla pelle e una perdita del pelo a ciuffetti, forse foriere di un’epidemia che al momento. inspiegabile. La Noaa (National Oceanic and Atmospheric Administration), ha dichiarato il caso come “un evento di mortalità inusuale”.

Lo coste del Nord Pacifico sono in allarme. I primi sospetti sono ricaduti su un fungo o un batterio non ancora identificato che ha attaccato il manto degli animali. Gli esemplari colpiti sono morti per un mix letale di infezioni e freddo, dopo aver perso il pelo.

Gli esperti stanno cercando tossine presenti in acqua o schiume dissolte nell’oceano, ma finora non hanno trovato nulla. Per questo è stata avanzata l’ipotesi, ben più grave, di una contaminazione radioattiva dovuta al recente disastro nucleare di Fukushima. L’Istituto di Scienze Marine statunitense mostra cautela. Tuttavia si prepara ad avviare test sui cadaveri per rilevare la presenza di Cesio radioattivo.

Droga: 200 milioni di consumatori nel mondo

Droga LONDRA, Gran Bretagna -- Sono oltre 200 milioni in tutto il mondo le persone che ...

Finto cieco per l’Inps guidava bicicletta e minicar

La Guardia di finanza ARONA -- Per l'Inps, da 18 anni era cieco totale. Per questo nello stesso periodo ...