iscrizionenewslettergif
Poesie

“Ah tu non resti” di Mario Luzi

Di Redazione9 gennaio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Ah tu non resti inerte nel tuo cielo
e la via si ripopola d’allarmi
poiché la tua imminenza respira contenuta
dal silenzio di lucide pareti
e dai vetri che fissano l’inverno.
Camminare è venirti incontro, vivere
è progredire a te, tutto è fuoco e sgomento.
E quante volte prossimo a svelarti
ho tremato d’un viso repentino
dietro i battenti d’una antica porta
nella penombra, o a capo delle scale.

“Bambino Gesù” di Giovanni Paolo II

The-Nativity Bambino Gesù asciuga le lacrime dei fanciulli! Accarezza il malato e l'anziano! Spinge gli uomini a deporre ...

“Breviario tedesco” di Bertold Brecht

StopTheViolence Quando chi sta in alto parla di pace La gente comune sa Che ci sarà la guerra. Quando ...