iscrizionenewslettergif
Politica

La Regione congela la liquidazione di Nicoli

Di Redazione30 dicembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Franco Nicoli Cristiani

Franco Nicoli Cristiani

MILANO — La Regione Lombardia ha congelato i 400mila euro di liquidazione dell’ex vice presidente del Consiglio regionale Franco Nicoli Cristiani del Pdl, arrestato il 30 novembre scorso con l’accusa di corruzione nell’ambito dell’inchiesta della procura di Brescia che vede coinvolto anche l’imprenditore bergamasco Pierluca Locatelli.

Il provvedimento di “fermo amministrativo” riguarda l’intera indennità di fine rapporto maturata da Nicoli Cristiani. La decisione è stata presa dai vertici del Consiglio in accordo con la giunta. I soldi resteranno bloccati “fino alla conclusione delle indagini preliminari o, nel caso di rinvio a giudizio, sino alla pubblicazione della sentenza di primo grado e di riservarsi di modificare l’entità della somma oggetto di fermo amministrativo in ragione di ulteriori informazioni che saranno acquisite dell’avvocatura regionale nel corso del procedimento penale citato”, spiega un comunicato del Pirellone.

L’ex esponente pidellino che nel frattempo si è dimesso ed è stato sospeso dal partito avrebbe dovuto percepire dalla Regione circa 340mila euro di liquidazione oltre ad un vitalizio da quasi 5mila euro al mese.

La Regione intende costituirsi in giudizio come parte lesa. Formigoni ha dato mandato all’avvocatura regionale di valutare le iniziative da intraprendere in tal senso.

Regione, taglio degli incarichi: Pagnoncelli si dimette

Marco Pagnoncelli BERGAMO -- La decisione era nell'aria. Nell'ambito dei tagli ai costi della politica, la Regione ...

Lutto nella politica: è morto Mirko Tremaglia

Addio a Mirko Tremaglia BERGAMO -- E' morto ieri, nella sua casa di Bergamo Alta, Mirko Tremaglia, storico esponente ...