iscrizionenewslettergif
Politica

La tangente di Locatelli serviva a pagare le tessere del Pdl

Di Redazione21 dicembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La bandiera del Pdl

La bandiera del Pdl

BERGAMO — “La tangente di Locatelli doveva coprire i costi del tesseramento del Pdl in Lombardia”. Lo scrive questa mattina il sito online del quotidiano La Repubblica citando Giuseppe Rotondaro, il funzionario dell’Arpa finito in carcere per tangenti a fine novembre.

Secondo Repubblica, “Rotondaro ha dato questa spiegazione a quei 110mila euro ricevuti a fine settembre dall’industriale dell’asfalto Pierluca Locatelli”.

Le parole, scrive il quotidiano, sono contenute nel verbale che Rotondaro ha reso la scorsa settimana davanti al gup milanese Elisabetta Mayer. Le dichiarazioni aprono uno scenario del tutto nuovo in un’inchiesta che promette sorprese e sviluppi anche clamorosi nelle prossime settimane.

Il quadro delineato è quello di una commistione fra politica e affari che ricorda molto le vicende del ’92 se non peggio, e che potrebbe scoperchiare calderoni inattesi. Per ora limitiamoci ai fatti acclarati. Se le dichiarazioni di Rotondaro corrispondano a verità lo appureranno i magistrati nelle prossime settimane. Qualora fosse, il reato per Nicoli Cristiani potrebbe passare da corruzione a finanziamento illecito dei partiti, più leggero dal punto di vista penale. E non è escluso che possa essere questo l’obiettivo delle dichiarazioni di Rotondaro stesso.

Bettoni alla Regione: i Comuni sono abbandonati a se stessi

Valerio Bettoni BERGAMO -- Riceviamo e pubblichiamo questo intervento da parte del consigliere regionale dell'Udc Valerio Bettoni, ...

Doni, l’Udc potrebbe chiedere la revoca della benemerenza

Federico Villa e il sindaco Franco Tentorio BERGAMO -- L'Udc di Bergamo potrebbe chiedere la revoca della benemerenza civica in caso di ...