iscrizionenewslettergif
Mamme e Bimbi

Pidocchi: falsi miti e soluzioni

Di Redazione21 dicembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Pidocchi

Pidocchi

L’infestazione da pidocchi è molto comune tra i bambini che frequentano la scuola, in particolare nella fascia di età tra i 3 e gli 11 anni. Arrossamento cutaneo, soprattutto vicino alle orecchie e sulla nuca, prurito al cuoio capelluto specialmente di notte sono mediamente i primi segnali d’allarme.

Nonostante le indicazioni dei pediatri, sopravvivono ancora pregiudizi e false convinzioni che spesso portano a stigmatizzare il problema. Gli specialisti della Società italiana di pediatria preventiva e sociale (Sipps) suggeriscono alcune indicazioni pratiche per intervenire e per prevenire la diffusione e la prima cosa da fare è, anche solo in caso di dubbio su pidocchi o le loro uova (lendini), ispezionare accuratamente il cuoio capelluto aiutandosi con una buona illuminazione e con un pettine a denti fitti.

Tra i falsi miti: la mancanza di igiene come causa della loro comparsa: al contrario, spiegano i medici, vengono attaccati più facilmente i capelli lavati eccessivamente, soprattutto se sottili e chiari; inoltre il pidocchio non può saltare nè spostarsi da solo, ciò avviene per contatti diretti, o uso comune di oggetti infestati. Non serve disinfestare e disinfettare gli ambienti, aule, palestre eccetera, poiché questi parassiti non sopravvivono oltre le 24 ore dal momento che si nutrono esclusivamente di sangue umano.

Una volta accertata la presenza di pidocchi, esistono diverse formulazioni adatte come gel, lozioni o mousse termosensibili. Il taglio “a zero” dei capelli è sconsigliato: “Un taglio drastico dei capelli – sostiene Angelo Milazzo, pediatra della Sipps-Sicilia – non solo rischia di creare disagio nel bambino e, soprattutto, nella bambina, ma nella maggior parte dei casi è un rimedio inutile. Meglio un trattamento corretto, capace di eliminare in modo definitivo i parassiti. Finora la maggiore efficacia è stata dimostrata da: permetrina, piretrine naturali sinergizzate, malathion e da dimeticone, che agisce con un meccanismo di tipo fisico, asfissiando il pidocchio. È comunque molto importante che la terapia venga indicata dal pediatra e non da altre figure, neanche dal farmacista”. Il trattamento deve essere ripetuto dopo 7-10 giorni.

Dislessia: troppe diagnosi errate a scuola

Dislessia Diagnosi di dislessia errate, o comunque affrettate, all'interno delle scuole. Lo dichiara l'Istituto di Ortofonologia. Dai ...

Nuovo dispositivo per ridurre i cesarei

Odon Device Un'alternativa al forcipe e ai cesarei d’urgenza. Si tratta dell'"Odon Device", nato dall'idea, sembra incredibile, ...