iscrizionenewslettergif
Esteri

Fukushima: esplosione atomica nella piscina 3?

Di Redazione16 dicembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
14 marzo: la presunta esplosione atomica a Fukushima

14 marzo: la presunta esplosione atomica a Fukushima

FUKUSHIMA, Giappone — Durante i primi giorni della crisi nucleare, a Fukushima ci fu una piccola esplosione atomica. Lo sostiene l’esperto Arnie Gundersen dell’associazione statunitense Fairewinds, secondo il quale la devastazione degli edifici della impianto nucleare fu provocata da una piccola detonazione del combustibile nucleare contenuto nella piscina del reattore numero 3.

L’esplosione, mai resa nota finora dal governo giapponese e dalla Tepco, sarebbe avvenuta il 14 marzo, tre giorni dopo lo tsunami che colpì la centrale atomica. La detonazione, sostiene Gundersen, fu diversa da tutte le altre, più forte e provocò il tipico pennacchio delle esplosioni nucleari.

A sostegno di questa ipotesi sono arrivate le dichiarazioni di Setsuo Fujiwar, ex ispettore all’agenzia nipponica per la sicurezza nucleare, che in un’intervista ha detto che l’esplosione nucleare è stata innescata da una fuga d’idrogeno che ha coinvolto la piscina del reattore 3. Secondo l’ingegnere, durante lo scoppio, il combustibile nucleare è stato proiettato fuori dalla piscina.

Ipotesi che concorda con la testimonianza, finita su Youtube, di Tomohiko Suzuki. L’ex lavoratore della centrale di Fukushima ha convocato una conferenza stampa in cui ha detto di “nutrire grande scetticismo a proposito del fatto che nella piscina del reattore 3 sia rimasto del combustibile nucleare”, fuoriuscito appunto durante l’esplosione.

Fukushima, nuovo allarme: crollata parete reattore 4

Il reattore numero 4 prima e dopo. Si nota il crollo di una parete laterale FUKUSHIMA, Giappone -- I media giapponesi non ne parlano. Ma secondo quanto riportato dal sito ...

Tifone devasta le Filippine: oltre 600 morti

La progressione del tifone MANILA, Filippine -- Il bilancio è ancora provvisorio. Ma sarebbero almeno 600 le vittime del ...