iscrizionenewslettergif
Università

Profumo: la riforma Gelmini non si cambia

Di Redazione15 dicembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il Ministro Profumo

Il Ministro Profumo

Il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del Governo Monti, Francesco Profumo, durante l’incontro nella sede del Rettorato di Lecce, ha voluto subito precisare che la riforma Gelmini, che ha scatenato aspre e vivaci polemiche politiche, non si cambia, ma bisogna solo oliare il sistema.

Con Profumo, Corrado Petrocelli dell’Università di Bari, Nicola Costantino del Politecnico di Bari, Domenico Laforgia dell’Università del Salento, Giuliano Volpe dell’Università di Foggia, Giovanni Cannata dell’Università del Molise e Mauro Fiorentino dell’Università della Basilicata.

Il neoministro ha dichiarato che vorrebbe che partisse la procedura nazionale per le abilitazioni dei ricercatori entro la primavera 2012. Quanto al reperimento delle risorse ha spiegato: “I soldi sono pochi, e anche per questo le risorse che possono arrivare dalla Unione europea sono un jolly da giocare. I fondi strutturali, il fondo sociale europeo, sono elementi sui quali è necessario avere una grandissima attenzione”.

Conferenza sul realismo in letteratura

Sede di Via Salvecchio "Realism: Dead or Alive?" Questo il titolo della conferenza organizzata dal Centro di Studi sui ...

Profumo: stanziamento da 300 milioni di euro

Francesco Profumo Dalla legge di stabilità 2012, uno stanziamento di 300 milioni di euro per le università ...