iscrizionenewslettergif
Esteri

Granate e mitra: strage nel centro di Liegi

Di Redazione14 dicembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La zona della strage

La zona della strage

LIEGI, Belgio — Era già stato arrestato e condannato a 58 mesi di reclusione per detenzione di armi Nordine Amrani, il saldatore di 32 anni che ieri ha compiuto un’autentica strage nel centro di Liegi, provocando la morte di 6 persone e ferendone oltre un centinaio.

L’uomo ha trasformato una giornata di shopping natalizio della cittadina belga in un inferno, lanciando granate e scaricato un intero caricatore di kalashnikov contro persone che aspettavano l’autobus, nella centralissima Place Saint-Lambert. Poi si è tolto la vita.

Le vittime dell’attentatore sono un bimbo di 23 mesi, due adolescenti di 15 e 17 anni, un giovane di 20 anni e una donna di 75 anni. Il bersaglio era il Palazzo di giustizia, che si trova nella piazza. Amrani, condannato tre anni fa, era stato convocato dalla polizia.

Messico: catturato numero uno dei narcos

Il criminale catturato CITTA' DEL MESSICO -- Grosso colpo delle unità speciali della marina militare messicana che ieri ...

Fukushima, nuovo allarme: crollata parete reattore 4

Il reattore numero 4 prima e dopo. Si nota il crollo di una parete laterale FUKUSHIMA, Giappone -- I media giapponesi non ne parlano. Ma secondo quanto riportato dal sito ...