iscrizionenewslettergif
Bergamo

Collaudo taroccato: arrestato imprenditore di Bergamo

Di Redazione14 dicembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un impianto di videosorveglianza

Un impianto di videosorveglianza

BERGAMO — Il titolare della ditta Fgs di Bergamo, che si occupa di impianti di sorveglianza, è stato arrestato insieme ad altre 6 persone nell’ambito dell’operazione “Occhio vigile” condotta dalla Guardia di Finanza e dai Carabinieri del Reparto operativo di Frosinone.

L’imprenditore – Giuseppe Federici, 52 anni, di Azzano San Paolo – è agli arresti domiciliari. Per lui l’accusa è di falso ideologico in atto pubblico. Secondo quanto si legge nell’ordinanza, avrebbe “redatto e sottoscritto apparentemente il 14 marzo il verbale di collaudo avente oggetto il Comune di Frosinone per una fornitura di videosorveglianza, nel quale falsamente veniva attestato di aver eseguito i collaudi”.

Secondo le indagini, a quella data, i lavori per l’installazione dell’impianto erano appena iniziati. Beni per mezzo milione di euro sono stati confiscati durante le 40 le perquisizioni effettuate dalle Fiamme gialle in tutta Italia. Di queste due sono avvenute in Bergamasca: a Grone e Sarnico.

Sfratti: occupata la sede Aler di Bergamo

L'occupazione simbolica della sede Aler di Bergamo BERGAMO -- Il Comitato di lotta per la casa di Bergamo ha simbolicamente occupato ieri ...

Tassa di soggiorno: Bergamo più cara di Roma

Bergamo Alta BERGAMO -- "Le tariffe di Bergamo superano quelle applicate nelle altre città, come Roma, Brescia, ...