iscrizionenewslettergif
Provincia

Inchiesta Locatelli: Oprandi agli arresti domiciliari

Di Redazione13 dicembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il cantiere della Brebemi di Fara Olivana

Il cantiere della Brebemi di Fara Olivana

BRESCIA — Il giudice per le indagini preliminari di Brescia Cesare Bonamartini ha deciso la scarcerazione di Giorgio Oprandi, uno degli arrestati nella prima parte dell’inchiesta sul gruppo Locatelli.

Il tecnico di trent’anni, dipendente della Terra Verde Srl, era in carcere dal 30 novembre scorso. Ora è stato trasferito agli arresti domiciliari al termine dell’interrogatorio.

Su 10 indagati Oprandi, che vive a Vertova, resta indagato per smaltimento illecito di rifiuti. Ai domiciliari rimangono anche, dopo gli interrogatori dei giorni scorsi e la decisione di oggi del giudice per le indagini preliminari, Giovanni Battista Pagani, 51enne di Pontoglio (Brescia) e factotum del gruppo Locatelli, Walter Rocca, bergamasco 43enne responsabile della discarica Biancinella di Calcinate (Bergamo) del gruppo Locatelli, dove i materiali di scarto e le scorie dovrebbero essere trattate per poi essere riutilizzate regolarmente nei cantieri, Bartolomeo Gregori, 42enne ex assessore di Telgate, responsabile della movimentazione dei mezzi dell’impresa Locatelli, ed Egidio Grechi, 52enne nato a Romanengo ma residente a Romano di Lombardia, consulente ambientale del gruppo Locatelli.

Ad Antegnate si fa il pieno di solidarietà per gli alluvionati

I vertici di Q8, Norda Foppapedretti, Antegnate Shopping Center, Istituzioni e altri relatori dopo la Conferenza Stampa ANTEGNATE -- Una duplice occasione da non perdere. Per risparmiare e fare il pieno, anche ...

Arriva la prima neve sulle Orobie

La Presolana vista dal Monte Pora, questa mattina BERGAMO -- E' arrivata un po' in ritardo, ma alla fine tirano un sospiro di ...