iscrizionenewslettergif
Esteri

Clima, trovato l’accordo: trattato globale per il 2020

Di Redazione11 dicembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Accordo alla conferenza di Durban

Accordo alla conferenza di Durban

DURBAN, Sudafrica — Qualcuno lo ha già definito un avvenimento di portata storica. La 17esima conferenza mondiale sul clima ha messo d’accordo gli Stati membri e dato il via libera alla tabella di marcia che porterà all’adozione di un accordo globale salva-clima entro il 2015 per entrare in vigore dal 2020.

Trovato anche un accordo per il Kyoto2 dopo il 2012. Per l’accordo globale si inizierà a lavorare già a partire dal prossimo anno. Per questo è stato incaricato un gruppo di lavoro ad hoc in base alla “piattaforma di Durban”. Il documento sottolinea l’urgenza di accelerare i tempi e di alzare il livello di riduzione dell’emissione di gas serra e black carbon.

Per quanto riguarda il Kyoto2, riguarderà sostanzialmente l’Europa e pochi altri paesi industrializzati, visto che Giappone, Russia e Canada da tempo hanno annunciato il loro no al secondo periodo del Protocollo. Il Kyoto2 ha la funzione di fare da ponte verso l’accordo globale.

“L’accordo – ha commentato il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, che nei giorni scorsi ha partecipato personalmente alla trattativa – supera i limiti del Protocollo di Kyoto e ha una dimensione globale” offrendo all’Europa, e soprattutto all’Italia, la possibilità di costituire la ‘piattaforma’ per lo sviluppo con le grandi economie emergenti, Brasile, Cina, India, Messico e Sudafrica”.

Nel “pacchetto Durban” approvato dalla Conferenza, anche il via libera all’operatività del Fondo Verde per aiutare i paesi in via di sviluppo a sostenere le azioni contro il riscaldamento globale. Si tratta di 100 miliardi di dollari al 2020.

L’approvazione dei testi è avvenuta intorno alle cinque del mattino ora locale (le 4.00 in Italia) dopo una tempistica che ha sforato di oltre un giorno la normale durata del summit, iniziato il 28 novembre scorso e che sarebbe dovuto terminare, secondo i piani, venerdì.

Manila, aereo piomba sulla baraccopoli: 11 morti

L'aereo finito sulla baraccopoli MANILA, Filippine -- Tragedia nelle Filippine. Un aereo privato si e' schiantato stamani su una ...

Usa: sventato cyberattacco contro il Pentagono

Il Pentagono, sede delle Forme Armate Usa WASHINGTON, Usa -- Il tentativo era quello di paralizzare i centri operativi degli Stati Uniti. ...