iscrizionenewslettergif
Politica Provincia

Inchiesta Locatelli: l’amarezza dei bergamaschi citati da Repubblica

Di Redazione7 dicembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il presidente della Compagni delle Opere Rossano Breno

Il presidente della Compagni delle Opere Rossano Breno

BERGAMO — C’è grande amarezza nelle persone tirate in ballo da un articolo del quotidiano Repubblica perché il loro nome comparirebbe, con connotazioni molto diverse nelle carte della Procura di Brescia relative all’inchiesta sull’imprenditore bergamasco Pierluca Locatelli, arrestato nei giorni scorsi con l’accusa di corruzione, traffico e smaltimento illecito di rifiuti.

Dopo la difesa dell’assessore regionale all’Ambiente Marcello Raimondi che ha assicurato di aver sempre agito in assoluta trasparenza, in serata sono arrivate anche le dichiarazioni di Rossano Breno, presidente della Compagnia della Opere di Bergamo che attraverso il sito internet de L’Eco di Bergamo ha dichiarato che “è normale che la Cdo incontri Locatelli, dal momento che si tratta di uno degli associati storici, come peraltro sono ordinari gli incontri con le altre 2500 imprese associate”.

Altrettanto amareggiato l’assessore provinciale al Lavoro Enrico Zucchi che non riesce a capacitarsi di come il suo nome possa essere stato tirato in ballo nella vicenda.

LEGGI ANCHE
Inchiesta Locatelli, Repubblica: Raimondi, Rossoni e Breno nelle carte della Procura
Raimondi si difende: assoluta trasparenza
L’articolo di Repubblica

Il movimento Uniti per cambiare: manovra equa? Non per tutti

Nulla di nuovo sotto il sole Il movimento di pensiero trevigliese "Uniti per Cambiare" ritiene di dover esprimere alcune proprie valutazioni ...

Precipita da 10 metri: muore operaio di Bergamo

L'ambulanza BERGAMO -- Un operaio edile di origini albanesi ma residente a Bergamo è morto in ...