iscrizionenewslettergif
Poesie

“Uomo di volontà” di Karol Wojtyla

Di Redazione6 dicembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Un attimo incolore di volontà
come la spinta di un pistone
e affilato come uno scudiscio
un attimo che in genere
così non s’impone
se non
a me soltanto
non matura dal sentimento come soave frutto
e non emerge dal pensiero,
prende una scorciatoia,
quando arriva, io devo sollevarlo
e così faccio di solito.
Non v’è spazio per il cuore e il pensiero,
v’è quell’attimo solo, che esplode
in me, come croce.

“Scrivo a te donna” di Salvatore Fiume

Dreaming-of-Love Ogni mattina, dopo il segno della croce, scriverti è come recitare una preghiera. Non si può far di ...

“Sonetto 88” di William Shakespeare

Bordon_Venus_Mars_and_Cupid Quando vorrai tenermi in poco conto, Giudicando eccessiva la mia stima, Con te contro di me sarà ...