iscrizionenewslettergif
Politica

Mazzoleni (Udc): auspico un congresso provinciale unitario

Di Redazione2 dicembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Giuseppe Mazzoleni

Giuseppe Mazzoleni

BERGAMO — Domani mattina, all’Hotel Cristallo Palace, l’Udc di Bergamo va al congresso provinciale. Abbiamo chiesto a Giuseppe Mazzoleni capogruppo in consiglio comunale nonché autorevole esponente dei centristi le caratteristiche della consultazione elettorale che segue a due settimane di distanza il congresso cittadino.

Mazzoleni, dopo il congresso cittadino, l’Udc va al provinciale. Con quali prospettive politiche?
Il nostro partito in questo momento storico è una forza coerente e credibile, responsabile nelle scelte e animato dal principio primario della difesa dell’identità nazionale. È arrivato il momento per noi e per tutti coloro che sentono la necessità di impegnarsi in prima persona in politica, di essere artefici del cambiamento.

Quali cambiamenti di rotta vede possibili?
In questo contesto noi che con speranza abbiamo visto nascere un polo nuovo di moderati che hanno cultura e ambizione per proporsi come futura guida della Nazione, dovremmo essere in grado oggi assieme alle forze più responsabili del Paese, di interpretare il cambiamento che una vastissima area di italiani attende, ma servono omogeneità di vedute , di programmi e idee chiare, semplici,comprensibili.
Il nostro congresso deve avere questo obiettivo e deve essere il momento centrale della vita del nostro territorio, deve essere una grande occasione di confronto per far emergere il nuovo comune senso di responsabilità.

Auspica continuità o discontinuità con la linea precedente?
Una continuità ed una discontinuità. Dobbiamo prendere spunto dalle cose buone impostate per valorizzare le esperienze realizzate fino ad oggi, ma dobbiamo dare più spazio ai giovani ed aprirci a tutti coloro che vogliono contribuire con le loro idee ed il loro impegno. Insomma un partito molto aperto al territorio, che possa dare le giuste risposte e che soprattutto si apra al nuovo modo di fare politica.

La linea sarà quella di un partito che guarda con attenzione a destra o a sinistra?
Oggi il nostro compito non è quello di dividerci sulle alleanze, ma quello che ci vede uniti nell’individuare nuove strade, per non smarrire libertà e dignità, una tradizione di idealità, per non tradire le molte attese che sono parte della nostra vita e della nostra civiltà.

A livello cittadino, l’Udc si è distinto per la capacità di affrontare i problemi senza atteggiamenti preconcetti. Sarà così anche in provincia?
Lo auspico fortemente e credo che dovrà essere necessariamente così; infatti i tempi cambiano e noi dobbiamo adeguarci al nuovo modo di fare politica. Diventa ormai fondamentale affrontare i problemi uscendo dai condizionamenti ideologici se vogliamo costruire il vero futuro per il nostro territorio e per la Nazione intera.

Può essere la base di costruzione di una formazione di centro popolare?
Dobbiamo ricostruire il filo che unisce società e politica attraverso un partito popolare di ispirazione cristiana, un partito che fa riferimento alla dottrina sociale della Chiesa, un partito pluralista ed interclassista, un partito che accomuni l’impegno dei cattolici in politica e dei laici, del liberalismo e del riformismo.

Sarà un congresso unitario?
Anche in questo caso è un auspicio e sicuramente un mio desiderio anche perché uniti si vince. Un congresso unitario non vuol dire appiattimento ma un grande confronto che ci deve portare a non smarrire mai i nostri reali obiettivi dove lavorare al servizio della gente è quello principale.

Finanziamenti troppo esigui: l’Università finisce in parlamento

L'Università di Bergamo BERGAMO -- I parlamentari della Lega Nord Paolo Grimoldi, Giacomo Stucchi e Erica Rivolta, hanno ...

Inchiesta Locatelli: la Provincia convoca consiglio straordinario (video)

Il presidente del consiglio provinciale Roberto Magri BERGAMO -- Un consiglio provinciale straordinario per precisare quanto avvenuto ieri all'assessorato all'Ambiente della Provincia, ...