iscrizionenewslettergif
Bergamo

Yara, l’avvocato a Chi l’ha visto: il dna dell’assassino è di un figlio illegittimo?

Di Redazione1 dicembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Federica Sciarelli, conduttrice di Chi l'ha visto

Federica Sciarelli, conduttrice di Chi l'ha visto

BERGAMO — “E se il Dna dell’assassino di Yara Gambirasio fosse quello di un figlio illegittimo?” Non lo esclude l’avvocato della famiglia della ragazzina assassinata Enrico Pelillo.

In una intervista rilasciata in esclusiva a “Chi l’ha visto” in onde ieri sera su Rai Tre, il legale afferma che l’atteggiamento della famiglia Gambirasio è assolutamente condivisibile: “Ritengo che il pudore nei sentimenti sia da apprezzare – dice l’avvocato – non dimentichiamoci che hanno una famiglia e altri figli da crescere”.

A proposito del Dna ritrovato sugli indumenti di Yara l’avvocato afferma: “Quello che non è chiaro è che la familiarità del dna non è la familiarità dell’anagrafe. Difficile andare a cercarla con i cognomi, perché possono esserci un sacco di figli illegittimi che non si chiamano con il cognome di quello che di cui è stato individuato il ceppo familiare”.

La crisi sfida al cambiamento: simposio di CL a Bergamo

La crisi come sfida al cambiamento, in un convegno di Comunione Liberazione BERGAMO -- In una situazione in cui cresce l’insoddisfazione, la protesta o la rassegnazione è ...

Benemerenze del Comune: medaglia d’oro a Walter Bonatti

Walter Bonatti BERGAMO -- Sono state assegnate le dieci benemerenze del Comune di Bergamo e le medaglie ...