iscrizionenewslettergif
Esteri

Iran, sabotaggio all’impianto nucleare: agenti israeliani?

Di Redazione1 dicembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Gli impianti nucleari iraniani

Gli impianti nucleari iraniani

TEHERAN, Iran — Il sospetto è che dietro l’incidente avvenuto lunedì all’impianto nucleare iraniano di Isfahan ci sia la mano del Mossad, il servizio segreto israeliano. Un sabotaggio di cui tuttavia al momento non ci sono conferme.

Di certo, l’esplosione ha interessato gli impianti di arricchimento dell’uranio dell’omonima centrale. A rivelarlo è il Times che pubblica anche immagini satellitari. Si tratta della seconda detonazione nell’arco di un mese che ha fatto tremare i palazzi del centro di Isfahan e i suoi abitanti hanno visto colonne di fumo nero elevarsi in corrispondenza della centrale.

“Lo scoppio – ha detto la fonte dell’intelligence al Times – ha causato danni allo stabilimento, in particolare alle strutture che noi crediamo servano per ospitare i materiali grezzi”. La stessa fonte ha detto che “ci sono molti attori interessati a sabotare, fermare o costringere l’
Iran a interrompere il suo programma di armamento nucleare”

Fonti d’intelligence israeliane dicono al quotidiano britannico che lo scoppio non sarebbe stato quindi “un incidente”. Ma non hanno voluto confermare né smentire che dietro l’esplosione vi siano agenti israeliani.

Omicidio di Lloret de Mar: “El Gordo” condannato a 17 anni

El Gordo condannato a 17 anni MADRID, Spagna -- E' stato condannato a oltre 17 anni di carcere l'assassino di Federica ...

New York, preso l’assassino di Rita: è un 41enne del Gambia

Rita Morelli NEW YORK, Usa -- L'assassino ha confessato. A uccidere Rita Morelli, la ragazza italiana di ...