iscrizionenewslettergif
Salute

Tumori: reagente chimico permette di invididuarli

Di Redazione30 novembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ricerca medica

Ricerca medica

Dal Giappone una scoperta scientifica che potrebbe permettere di individuare i tumori che ancora sfuggono alla risonanza magnetica e ad altri esami. Si tratta di un reagente chimico studiato che a contatto con le cellule cancerose diventa fluorescente e consente di individuarle anche a occhio nudo.

Il reagente alla base del processo porta la congiunta firma di Hisataka Kobayashi, dell’Istituto Giapponese della Sanità, e del professor Yasuteru Urano dell’Università di Tokyo. “Utilizzato nel corso di un intervento chirurgico – dice quest’ultimo – il reagente rende le cellule malate immediatamente visibili. Questo riduce sensibilmente il rischio che alcune di queste cellule non vengano individuate e resti quindi un focolaio della malattia”.

Un rischio che – in relazione al cancro alle ovaie – le statistiche quantificano in un terzo di carcinomi, che ancora oggi sfuggono a qualsiasi identificazione. E proprio dall’impianto di cellule di un carcinoma alle ovaie su un topolino è partito l’esperimento del team giapponese. A test ancora in corso, i ricercatori escludono possibili effetti collaterali del reagente e parlano anzi di tecnica “low cost”, facilmente applicabile in contesto ospedaliero. Le verifiche si concentrano ora sul possibile impiego del reagente per l’identificazione di carcinomi anche ai polmoni, al fegato e al seno. Per Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, speranza degli scienziati – e non solo – è che la loro scoperta sia presto applicabile su larga scala.

Emicrania: esiste legame con la depressione

Legame tra depressione e mal di testa Chi soffre di mal di testa ha maggior possibilità di sviluppare depressione e, viceversa, le ...

Alzheimer: prevenire con il pesce

Pesce alla griglia La prevenzione dell'Alzheimer inizia a tavola. Infatti, mangiare pesce almeno una volta alla settimana preserva ...