iscrizionenewslettergif
Esteri

Norvegia: Breivik evita il carcere ma rischia il manicomio

Di Redazione30 novembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Breivik in azione a Utoya

Breivik in azione a Utoya

OSLO, Norvegia — L’attentatore delle stragi di Oslo Anders Behring Breivik eviterà la prigione, ma rischia di passare il resto della vita sepolto in un manicomio criminale di massima sicurezza.

Lo spietato autore dei massacri di Oslo e Utoya, che il 22 luglio uccise a sangue freddo 77 persone, ne ferì 151, è affetto da “schizofrenia paranoide”, secondo la perizia psichiatrica depositata ieri al Tribunale di Oslo. In altre parole, è un malato incapace di intendere e volere secondo il sentire comune, sconvolto dalle delusioni e dalle disillusioni, che ha canalizzato gli ultimi nove anni della vita a concepire e realizzare il piano perfetto.

La perizia, di 243 pagine, è stata redatta dagli psichiatri Synne Serheim e Torgeir Husby sulla base di 13 incontri per un totale di 36 ore di interviste con Breivik.

Il mostro di Oslo, dal giorno degli attentati, è chiuso nella prigione di massima sicurezza di Ila, poco distante dalla capitale. Il processo comincerà il 16 aprile prossimo. Se il Tribunale terrà conto della perizia, Breivik non potrà essere condannato ad una pena detentiva che al massimo prevede 22 anni di prigione. L’accusa però punta all’internamento del folle perché venga sottoposto a trattamento psichiatrico obbligatorio somministrato a vita.

Orrore in Francia: padre uccide bimbo mettendolo in lavatrice

La polizia francese PARIGI, Francia -- La tragedia si è consumata in un appartamento di Germigny-l'Eveque nella Seine-et-Marne. ...

Omicidio di Lloret de Mar: “El Gordo” condannato a 17 anni

El Gordo condannato a 17 anni MADRID, Spagna -- E' stato condannato a oltre 17 anni di carcere l'assassino di Federica ...