iscrizionenewslettergif
Bergamo

Mercatini di Natale: cancellato il treno speciale Bergamo-Trento

Di Redazione30 novembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Cancellato il treno speciale per i mercatini

Cancellato il treno speciale per i mercatini

BERGAMO — Doccia fredda per i bergamaschi che volevano passare una giornata ai mercatini di Natale di Trento. Il treno speciale, che sarebbe dovuto partire da Bergamo giovedì 8 dicembre, è stato annullato.

Dopo lo sciopero delle Ferrovie che già aveva costretto ad annullare il primo viaggio previsto per il 27 novembre, anche per la nuova data di dicembre è sorto un nuovo imprevisto: il disinnesco di una bomba della seconda guerra mondiale presso la stazione di Brescia. Un’ordinanza del Prefetto impone, per tutta la mattinata dell’8 dicembre, la sospensione della circolazione ferroviaria lungo la ferrovia Milano-Venezia impedendo il transito di qualsiasi treno.

Per chi ha già prenotato e fosse disponibile a spostarsi, ci sarà la possibilità di trovare posto sul treno del 18/12 che, diretto sempre a Trento, partirà da Milano Lambrate con fermate anche a Treviglio Centrale, Romano di Lombardia, Rovato e Brescia.

Per limitare i disagi ai viaggiatori, si sta provvedendo a prendere contatto con tutti per proporre l’eventuale scambio di data o, in alternativa, il rimborso integrale di quanto già versato al momento della prenotazione. Per ogni chiarimento si invitano i viaggiatori già prenotati, se già non contattati, a rivolgersi alla Cooperativa Il Nucleo (stazione@ilnucleo.it – 334 1124806) oppure alle Agenzie Bert Unitour (info@gbturismo.it – 035 3882500) o direttamente a F.T.I. (fti@ferrovieturistiche.it – 338 8577210).

I commercialisti: altro che casta, non abbiamo riserve di legge

La sala gremita BERGAMO -- "Siamo tutti consapevoli del grave momento di crisi economica che sta vivendo il ...

La crisi sfida al cambiamento: simposio di CL a Bergamo

La crisi come sfida al cambiamento, in un convegno di Comunione Liberazione BERGAMO -- In una situazione in cui cresce l’insoddisfazione, la protesta o la rassegnazione è ...