iscrizionenewslettergif
Italia

L’ipotesi del governo: in pensione con 41-43 anni di contributi

Di Redazione30 novembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Mario Monti

Mario Monti

ROMA — Secondo indiscrezioni trapelate dai corridoi del potere, il governo Monti starebbe studiando la possibilità di aumentare la soglia minima dei 40 anni di contributi ora necessari per avere la pensione, indipendentemente dall’età anagrafica. La soglia potrebbe essere innalzata  a 41- 43 anni di contributi per uscire dal lavoro a qualsiasi età.

Tra le misure al vaglio per la manovra economica potrebbe esserci anche il blocco totale del recupero dell’inflazione per le pensioni per il 2012. L’intervento, secondo quanto ha appreso l’Ansa da tecnici che stanno lavorando alla manovra, varrebbe 5-6 miliardi compreso il blocco della perequazione già previsto per le pensioni più alte.

Incidente d’auto per la fiorettista Valentina Vezzali

Valentina Vezzali in ospedale SPOLETO -- E' ricoverata in ospedale ma per fortuna le sue condizioni non sono gravi. ...

Pensioni, innalzamento soglie. I sindacati: sopruso. Marcegaglia: si può fare

Emma Marcegaglia ROMA -- "Un sopruso inaccettabile": così i sindacati giudicano i possibili interventi del governo Monti ...