iscrizionenewslettergif
Sport

Beffa al 94′: Atalanta-Napoli finisce 1-1

Di Redazione27 novembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Cavani ha appena segnato l'1-1

Cavani ha appena segnato l'1-1

BERGAMO – Atalanta, che beffa. Dopo un primo tempo di sofferenza ed una ripresa da urlo, i nerazzurri vedono cancellati tre punti ormai in saccoccia a 15 secondi dal 94’ e deve accontentarsi di un pareggio nell’anticipo serale giocato contro il Napoli.

Per quento si è visto nella ripresa, il risultato è clamorosamente bugiardo perchè al decimo gol di Denis si devono aggiungere una traversa e almeno altre 4 occasioni limpide da gol (Carmona, Padoin, Schelotto e ancora Carmona) contro una delle 16 squadre più forti d’Europa.

Coreografia da brividi nel giorno in cui, un anno prima, spariva la piccola Yara: palloncini bianchi, lanterne cinesi accese al cielo ed un gioco di cartoncini riflettenti che hanno sdraitao sulla curva il nome della piccola di Brembate: pelle d’oca.

Pronti via e Dzemaili si becca un giallo (nella rirpesa meritava la seconda ammonizione pe run fallo su Peluso), Consigli al 19’ deve balzare verso la porta per respingere un cross di Zuniga ma la partita non decolla e fino al 39’ non ci sono emosioni vere: basta un cross di Schelotto tenuto in campo da Moralez e rovesciato alto dal Tanque. In pieno recupero Manfredini sbaglia un rinvio, Dzemaili parte in progressione ma il suo destro finisce in curva Sud.

Nel gelo del Comunale, la Dea brucia gli avversari nella ripresa e basta la mera cronaca per capire come i nerazzurri meritassero il successo: al 46’ Carmona dal limite spara a lato con De Sanctis immobile, al 51’ Peluso strapazza Zuniga in progressione e porge al centro un pallone che Padoin manda in Rocca mentre al 59’ Denis emula Van Basten e da posizione impossibile centra una di quelle traverse che sembrano un fumetto.

Il momento d’oro dell’Atalanta viene premiato dal gol di Denis, il decimo stagionale, che al 64’ sfrutta al massimo un rimpallo tra Gargano e Moralez e supera l’estremo difensore del Napoli sul palo lontano. Il gol galvanizza tutto lo stadio, Mazzarri inserisce nell’ordine Lavezzi, Maggio e Santana finendo la gara con ben 5 attaccanti veri o adattati e in pieno recupero, all’ultimo respiro, un’ingenuità di Bonaventura (che si addormenta sulla riga di fondo) tiene in gioco Cavani per l’incredibile e immeritato pareggio partenopeo.

ATALANTA – NAPOLI 1-1

Reti: 64’ Denis(A), 94’ Cavani(N)

ATALANTA: Consigli, Masiello, Lucchini, Manfredini, Peluso, Schelotto, Cigarini (84’ Bonaventura), Carmona, Padoin, Moralez (81’ Marilungo), Denis (93’ Gabbiadini). All. Colantuono

NAPOLI: De Sanctis, Fernandez (68’ Maggio), Cannavaro, Campagnaro, Zuniga, Gargano, Dzemaili (73’ Santana, Dossena, Pandev (61’ Lavezzi), Hamsik, Cavani. All. Mazzarri

Ammoniti: Dzemaili(N), Schelotto(A), Zuniga(A), Fernandez(N), Cigarini (A), Consigli(A)

Percassi: presenteremo il progetto dello stadio il 5 dicembre (audio)

Il nuovo stadio BERGAMO -- Il presidente dell'Atalanta Antonio Percassi, a margine della festa per il primo compleanno ...

Denis da Oscar, Peluso mostruoso: Bonaventura, errore fatale

Peluso BERGAMO – A certi livelli, contano i dettagli. Per questo, l'errore di Bonaventura risulta determinante ...