iscrizionenewslettergif
Poesie

“I bimbi di Extremadura” di Rafael Alberti

Di Redazione21 novembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

I bimbi di Extremadura
vanno scalzi.
Chi ha rubato le loro scarpe?
Li ferisce il caldo e il freddo.
Chi ha strappato i loro vestiti?
La pioggia
bagna loro il letto e il sonno.
Chi demolì la loro casa?
Non sanno
i nomi delle stelle.
Chi chiuse la loro scuola?
I bimbi di Extremadura
sono seri.
Chi fu che rubò i loro giochi?

“Alla formica” di Gianni Rodari

nature_853 Chiedo scusa alla favola antica, se non mi piace l'avara formica. Io sto dalla parte ...

“Nessuno” di Luis Sepulveda

auschwitz-zachary-sosa In un angolo del campo di concentramento, a un passo da dove si innalzavano gli ...