iscrizionenewslettergif
banner-per-bergamoseragif
Poesie

“I bimbi di Extremadura” di Rafael Alberti

Di Redazione21 novembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

I bimbi di Extremadura
vanno scalzi.
Chi ha rubato le loro scarpe?
Li ferisce il caldo e il freddo.
Chi ha strappato i loro vestiti?
La pioggia
bagna loro il letto e il sonno.
Chi demolì la loro casa?
Non sanno
i nomi delle stelle.
Chi chiuse la loro scuola?
I bimbi di Extremadura
sono seri.
Chi fu che rubò i loro giochi?

“Alla formica” di Gianni Rodari

Chiedo scusa alla favola antica, se non mi piace l'avara formica. Io sto dalla parte ...

“Nessuno” di Luis Sepulveda

In un angolo del campo di concentramento, a un passo da dove si innalzavano gli ...