iscrizionenewslettergif
Sport

Consigli superlativo, molto positivo l’esordio di Raimondi

Di Redazione20 novembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Andrea Consigli

Andrea Consigli

SIENA – Non siamo nemmeno a dicembre e per German Denis sono già quasi finiti gli aggettivi. Il 2-2 di Siena però ha altri due indiscutibili protagonisti: Andrea Consigli e Cristian Raimondi. Il primo ribatte tutto fin sulla riga di porta, il secondo gioca al massimo l’esordio regalando pure a Denis il gol che vale la vetta della classifica cannonieri.

Consigli 8: Spiderman!! Segna il primo miracolo in tuffo al 5’ su colpo di testa di Larrondo, si ripete in uscita bassa al 7’ sullo stesso numero 9 di casa. Al 18’ ancora su Destro, al 19’ tocca a Brienza e al 20’ è perfino esaltante sul colpo di testa di Rossettini. Sul rigore di D’Agostino non può nulla, in apertura di ripresa è bravissimo su Destro (46’) ma l’uscita sul pallone da cui nasce il 2-2 non è impeccabile: peccato veniale, gara strepitosa.

Raimondi 7,5: ottimo esordio per il guerriero di Sedrina, nei primi minuti fatica un po’ ma migliora azione dopo azione chiudendo il primo tempo in netta crescita. Nella ripresa sostiene l’azione offensiva, al 53’ il suo cross per Denis è perfetto e nonostante i crampi tiene quasi fino alla fine con grandissimo spirito. (dall’83’ Ferri sv )

Capelli 6: bruttissimo errore al 18’ rimediato con un recupero prodigioso in scivolata, attorno al 20’ cade male dopo un colpo di testa e il ginocchio inizia a dargli problemi: esce al 41’ per Manfredini (dal 41’ Manfredini 6: dopo pochissimo dal suo ingresso Doveri gli fischia contro un rigore molto dubbio per fallo su Larrondo, nella ripresa è spesso decisivo in chiusura)

Lucchini 6,5: combatte con Larrondo e spesso ha la meglio, gioca un buon primo tempo e nel momento migliore del Siena mette toppe un po’ ovunque. Ammonito ingiustamente ad inizio ripresa quando bisticcia con Destro, tiene fino alla fine con grande spirito di abnegazione

Peluso 6: un paio di buone chiusure, dalla sua parte il Siena cerca si sfondare con Mannini ma con le praterie che aveva davanti poteva osare di più.

Schelotto 6: tanta corsa ma poca concretezza nel primo tempo, si vede un paio di volte sul fondo quando sorprende Del Grosso ma la propulsione del primi 45 minuti non è grandiosa; apre la ripresa con un brutto pallone perso che favorisce Larrondo, fino alla fine cerca di dare una mano ma non è mai pericoloso davvero. Sufficiente, per l’impegno.

Carmona 5,5: non convince fino in fondo. Perde un pessimo pallone al 7’ da cui nasce un’occasione pericolosa per il Siena, al 37’ sciupa un contropiede molto interessante con un passaggio completamente scentrato e nel complesso gioca tantissimi palloni ma non riesce mai ad accendere la luce.

Padoin 6,5: rientra dopo la squalifica e rincorre qualsiasi cosa si muova per il campo, valutare la sua prova diventa facile se si guarda la quantità ma anche dal punto di vista qualitativo gioca su livelli decdisamente buoni. Chiude con la fascia di capitano al braccio, giusto premio per un soldatino sempre prezioso.

Bonaventura 5: si vede più in chiusura che in costruzione, nel primo tempo è spento ed un paio di volte nella ripresa cerca l’apertura senza fortuna. Esce al 66’ per Minotti, prova insufficiente per il numero 10 orobico. (dal 66’ Minotti 6: gioca con una tranquillità disarmante, esordio in serie A nel momento della spinta senese comunque positivo)

Moralez 6: assist illuminante al 14’ per Denis che salta Pegolo e conquista il rigore, per il resto non si accende quasi mai anche se i centrali del Siena sono tutt’altro che rapidi e Gazzi è l’unico uomo a schermare la difesa toscana visto che D’Agostino si occupa più di costruire. Al 69’ ci prova da 30 metri senza fortuna ma nelle ripartenze è comunque molto attivo.

Denis 9: Il re di Bergamo. Si guadagna e trasforma il rigore che lo porta a quota 8 in stagione, sparisce per lunghi tratti del primo tempo ma quando si rivede (53’) è letale e di testa insacca il cross di Raimondi. Il suo lavoro spalle alla porta è decisivo, dai tempi di Inzaghi i tifosi non applaudivano un capocannoniere e l’argentino ha tutto per far sognare i tifosi. Esaltante.

All. Colantuono 6,5: Le assenze di Masiello e Cigarini potevano pesare molto, vero che senza il centrale emiliano costruire la manovra è dura ma l’Atalanta passa avanti due volte e rischia di vincere la sua terza gara in trasferta. Bene mister, avanti così.

Fabio Gennari

 

Nel segno di Denis: Siena-Atalanta 2-2

"Re" German Denis SIENA -- Poteva essere un sogno, s’è corso il rischio diventasse un incubo ma alla ...

Capelli: rottura del crociato anteriore, stagione finita?

Daniele Capelli con Cristiano Doni BERGAMO -- Bruttissima notizia dall'infermeria per l'Atalanta. Sul campo di Siena Daniele Capelli, difensore centrale ...