iscrizionenewslettergif
Politica

Gallone (Pdl): appoggio esterno a Monti, ma vigileremo

Di Redazione18 novembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Alessandra Gallone

Alessandra Gallone

BERGAMO — Sostegno vigile: questa in sintesi la posizione del Popolo della Libertà dopo la presentazione, in Senato, delle linee programmatiche del nuovo esecutivo. A spiegarla è Alessandra Gallone, senatrice bergamasca del PDL: “Ho ascoltato con estrema attenzione l’illustrazione del programma di governo fatta da Mario Monti. È un programma che appoggeremo attenendoci a quel principio di responsabilità nazionale del quale il primo a dar prova è stato Silvio Berlusconi. Il Pdl ha compreso che questa era la soluzione necessaria in un momento così difficile per l’Italia”.

Fra i punti salienti del programma di Monti, la senatrice Gallone ha apprezzato, in particolare “il riferimento da una parte all’attenzione nei confronti del mondo femminile, con l’occupazione e i servizi ad esso dedicati in primo piano, e dall’altra al sostegno ai giovani, che devono essere facilitati nell’accesso al lavoro e al credito”. Secondo la parlamentare bergamasca, il programma di governo riprende molti punti di quello del Popolo della Libertà. Ma non tutto è in linea con le idee del centrodestra.

Il Pdl si sta mantenendo coerente con quanto indicato dal segretario Angelino Alfano a seguito della riunione dell’Ufficio di Presidenza del partito: “La nostra posizione resta quella dell’appoggio esterno – afferma la Gallone –. Un appoggio che sarà leale e nello stesso tempo estremamente attento, poiché saremo pronti a intervenire qualora ci rendessimo conto che certi provvedimenti non fossero coerenti con le nostre linee programmatiche nell’interesse degli italiani”.

“In ogni caso – spiega la senatrice – per dare un giudizio definitivo attendiamo di poter valutare l’applicazione concreta di un’agenda che per ora è stata soltanto illustrata nelle sue linee generali”. Anche perché non si può prescindere dalla maggioranza parlamentare: “Siamo forti del fatto che noi siamo il Parlamento, ovvero coloro i quali sono deputati a rappresentare il popolo sovrano: noi abbiamo l’ultima parola su ogni provvedimento, a partire dal voto di fiducia su cui siamo chiamati a pronunciarci”, conclude.

Stucchi (Lega): perplessità sulle prime mosse di Monti

Giacomo Stucchi BERGAMO -- “Nel suo intervento al Senato Monti ha parlato di ‘sacrifici equi’ giudicando ‘ineludibile ...

Pdl, errori nella lista: i formigoniani rischiano l’autogol

Le bandiere del Pdl BERGAMO -- In quella lista c'é qualcosa che non va. Se ne sono accorti subito ...