iscrizionenewslettergif
Politica

Ministero del Federalismo addio, l’ira di Calderoli

Di Redazione16 novembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Roberto Calderoli

Roberto Calderoli

BERGAMO — Come previsto, il governo di Mario Monti non ha un ministero dedicato al Federalismo. Il dicastero più caro a Umberto Bossi e alla Lega scompare, sostituito dalla Coesione territoriale.

La Lega, per bocca dell’ex ministro bergamasco Roberto Calderoli tuona: “Se il buongiorno si vede dal mattino allora è notte fonda e sarò felice di votare contro la fiducia al prossimo esecutivo”, ha commentato il coordinatore delle segreterie nazionali della Lega Nord.

“Nulla da eccepire sulla qualità e sul livello delle singole persone nominate ma il riscontrare la nascita di un ministero per la coesione territoriale significa aver creato il ministero del centralismo – ha aggiunto Calderoli – ovvero che ancora una volta il Nord verrà spremuto per garantire a qualcuno di continuare a mangiare a sbafo. È questo il riformismo di un governo che non ha neanche un dicastero ad hoc per le Riforme? Il Nord non potrà accettare questo ennesimo schiaffo”.

Monti accetta l’incarico: ecco la lista dei ministri

Monti presenta la squadra di governo ROMA -- Il premier Mario Monti ha presentato la lista dei ministri che comporranno la ...

Esteri e Interni: due ministri “bergamaschi” nel governo Monti

Anna Maria Cancellieri BERGAMO -- Ci sono due ministri "bergamaschi" nel nuovo governo Monti su dicasteri di importanza ...