iscrizionenewslettergif
Provincia

Speleologa intrappolata in una grotta per tutta la notte

Di Redazione14 novembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Uno speleologo in azione

Uno speleologo in azione

BERGAMO — E’ previsto per questa mattina il recupero della speleologa di 36 anni, Anna Bonini di Brescia, intrappolata in una grotta a 250 metri di profondità, a Cariadeghe di Serle, nel Bresciano.

La donna è ferita a una gamba e, per la difficoltà nei soccorsi, ha passato la notte in grotta. La speleologa è caduta riportando la frattura della tibia che non le consente di uscire dal profondo antro.

I soccorritori le hanno portato viveri, medicinali e una coperta termica in attesa di condurla fuori in barella. L’incidente è avvenuto durante l’esplorazione dell’ “Omber del bus del zel” di Cariadeghe di Serle.

Uno degli altri tre speleologi che erano con lei è riuscito a chiamare i soccorsi dopo tre ore di risalita. Sul posto sono arrivati i carabinieri, i vigili del fuoco ed il soccorso alpino di Brescia e Bergamo. Ma per far uscire la donna dalla grotta occorrerà fissarla ad una barella.

Rubati i trasmettitori di Telelombardia: sabotaggio a Santoro?

Un gruppo di ripetitori televisivi RONCOLA -- Uno strano furto di trasmettitori televisivi. Tanto strano che il legittimo proprietario, l'emittente ...

Inizio settimana col bel tempo, ma occhio alla nebbia

La nebbia BERGAMO -- Un'area di alta pressione stazionaria sull'Europa garantirà tempo stabile e precipitazioni assenti per ...