iscrizionenewslettergif
Bergamo

Falso cieco, la difesa deposita perizia: vede solo ombre

Di Redazione10 novembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il falso cieco al lavoro

Il falso cieco al lavoro

BERGAMO — E’ cieco oppure no? Si sta scatenando una battaglia legale sul caso del 68enne di Mariano di Dalmine accusato di truffa per aver percepito indebitamente una pensione d’invalidità totale e indennità d’accampagnamento dal 1995.

Secondo la perizia depositata ieri in tribunale dal suo difensore Eugenio Sarai, il tribunale di Bergamo nel 2004 avrebbe decretato che l’uomo sarebbe totalmente cieco e percepirebbe solo la luce. Lo stesso pensionato lo ha confermato ieri davanti al giudice per le indagini preliminari Alberto Viti: “Vedo solo aloni di luce, sono cieco, non ho simulato nulla e non ho truffato l’Inps”.

Quanto al filmato girato dai carabinieri che lo ritrae mentre fa giardinaggio, l’uomo sostiene di riuscire a svolgere attività di routine in casa sua, tra cui la potatura delle piante, e in alcuni altri luoghi ben conosciuti, sempre con la moglie a poca distanza.

La perizia del 2004 dice che l’uomo è affetto da “corioretinite atrofica maculare binoculare”. La difesa ha chiesto la revoca della misura cautelare. Il pubblico ministero si è opposto. Entrambi hanno chiesto una nuova perizia medico-legale.

Tumori: ai Riuniti di Bergamo pronto intervento oncologico

La presentazione del nuovo servizio BERGAMO -- Un punto di riferimento a cui rivolgersi in caso di sospetta malattia oncologia, ...

Finto cieco: revocati gli arresti domiciliari

Il tribunale di Bergamo BERGAMO -- Il tribunale di Bergamo ha revocato gli arresti domiciliari al pensionato di 68 ...