iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Primo Piano

Ciclone al largo della Sardegna: allarme in Costa Azzurra e Liguria

Di Redazione8 novembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il ciclone al largo della Sardegna, diretto verso Costa Azzurra e Liguria

Il ciclone al largo della Sardegna, diretto verso Costa Azzurra e Liguria

GENOVA — Nel Mar Mediterraneo, fra le isole Baleari e la Sardegna si è formata una perturbazione che ha tutte le caratteristiche di un ciclone. Lo ha reso noto il celebre Noaa, il prestigioso ente di ricerca per l’atmosfera e l’oceanografia degli Stati Uniti.

Nell’ultimo bollettino emanato poche ore fa, il Noaa per la prima volta parla delle condizioni meteo-climatiche del Mar Mediterraneo. Le caratteristiche di forza e devastazione del fenomeno individuato sono praticamente identiche a quelle dei cicloni tropicali. “Questi profondi vortici ciclonici tropicali mediterranei si formano molto spesso nella stagione autunnale, fra Agosto e il mese di Gennaio, nel periodo dell’anno in cui le temperature delle acque superficiali dei mari mediterranei raggiungono i massimi valori, anche con picchi di +27° +28° su tratti del mar Libico” spiegano gli esperti di 3bmeteo sul loro sito.

Questi fenomeni sono portatori di precipitazioni torrenziali, in grado di scatenare alluvioni lungo le aree colpite, con 4-500 mm di pioggia nel giro di 24 ore. La loro classificazione varia da “Mediterranean Tropical Depression” quando la velocità del vento medio sostenuto è inferiore ai 63 km/h; “Mediterranean Tropical Storm” quando il vento si aggira fra i 64 e 111 km/h e “Medicane o Mediterranean Hurricane” quando il vento medio supera la soglia dei 111 km/h. Nei casi peggiori, possono scatenare venti fino a 140 chilometri orari.

L'occhio del ciclone dalla Baleari si sta spostando verso le coste italiane

L'occhio del ciclone dalla Baleari si sta spostando verso le coste italiane

Mentre cicloni di bassa intensità si formano sul Mediterraneo 2-3 volte l’anno, i “Medicane” sono più rari. Si tratta di veri uragani, le tempeste più potenti e devastanti che il mare Mediterraneo possa sfornare. Quello che si trova al largo delle coste francesi è stato chiamato Rolf, è un “Mediterranean Tropical storm” e sta generando venti fino a 118 km/h sulle Baleari.

Il vortice si sta muovendo verso nord-nord/est, avvicinandosi minacciosamente alla Corsica e alle coste meridionali della Francia, fra Costa Azzurra e Provenza. Qui si attendono forti venti di burrasca e intense mareggiate, con onde alte fino a 4 metri. Piogge e temporali interesseranno anche la Liguria, in particolare il Ponente e buona parte delle regioni del centro-nord Italia.

Isola d’Elba sommersa: situazione disastrosa

Una drammatica immagine di Campo nell'Elba MARINA DI CAMPO -- "Tornata la luce, abbiamo capito che la situazione è disastrosa". Lo ...

Giocatore di rugby entra in coma e si risveglia gay

Chris Birch LONDRA, Gran Bretagna -- Sta facendo discutere il caso di Chris Birch un giocatore di ...