iscrizionenewslettergif
Politica

Dimissioni, Berlusconi smentisce e va in aula: voglio vedere chi tradisce

Di Redazione7 novembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

ROMA — “Le voci di mie dimissioni sono destituite di fondamento e non capisco come siano circolate”. Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi confermando la volontà di non dimettersi e di andare domani al voto alla Camera sul rendiconto e poi chiedere la fiducia sul maxiemendamento al Senato.

“Domani si vota il rendiconto alla Camera, quindi porrò la fiducia sulla lettera presentata a Ue e Bce. Voglio vedere in faccia chi prova a tradirmi” ha detto il presidente del Consiglio.

“Nel passaggio da un governo all’altro – non è che lo stia auspicando – gli impegni assunti non cambiano, continuano: si chiama principio della continuità amministrativa”: lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta, a margine di una conferenza stampa. “Il patto sottoscritto oggi (tra Regioni, Governo e Ue, ndr) resiste ad ogni evento ammesso che eventi di quel tipo ci siano”, ha proseguito il sottosegretario Gianni Letta, rispondendo ad una domanda.

“Che Berlusconi stia per cedere il passo ormai e’ una cosa acclarata. Si tratta di ore, qualcuno dice perfino di minuti”. Lo scrive Giuliano Ferrara nell’edizione on line de ‘il Foglio’, precisando che “qualunque soluzione mascherata di emergenza che non siano le elezioni subito è inutile”.

Congresso Pdl Bergamo: l’unitario non s’ha da fare (per ora)

Le bandiere del Pdl BERGAMO -- Se gli parli di mediazione è come se gli gettassi fumo negli occhi. ...

Minzolini: non c’è alternativa a questo governo. Bufera sul Tg1 (video)

Augusto Minzolini ROMA -- Nuovo discutibile editoriale in video di Augusto Minzolini. Il direttore del Tg1 ha ...