iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta-Cagliari: parlano Cigarini, Consigli e Marino

Di Redazione6 novembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Pierpaolo Marino

Pierpaolo Marino

BERGAMO — Atalanta-Cagliari è terminata da pochissimo. Negli spogliatoi il via-vai è frenetico, i volti dei nerazzurri che sfilano sono felici e le prime dichiarazioni arrivano dal centrocampista Luca Cigarini, ancora una volta protagonista della gara.

“Abbiamo fatto una grande partita, nel primo tempo abbiamo avuto due o tre occasioni splendide per segnare. Nella ripresa forse la gara non è stata bellissima ma poi è arrivato il gol di Denis che ci ha permesso di trovare 3 punti. A parte i 7 gol lui è importantissimo per l’apporto alla manovra, non me lo aspettavo così forte anche se già lo conoscevo. Siamo contenti, nessuno si aspettava un inizio così importante ed ora sarà importante ricaricare le pile: personalmente sono contentissimo di cosa sto facendo ma posso anche migliorare”.

Subito dopo, è il turno di Andrea Consigli. Le sue parate nel finale hanno permesso di blindare l’1-0 di Denis, il portierone si schermisce e  svela la premonizione di Colantuono

“Il mister nell’intervallo ci ha detto di continuare e che prima o poi l’episodio sarebbe arrivato. Ci ha pensato Denis, dal primo giorno vediamo quanto vale e mentre speriamo che qualche punto ci venga ridato andiamo avanti puntando alla salvezza. E solo a quella. L’occasione di Nenè ha fatto arrabbiare un po’ tutti, mi metto però anche nei suoi panni e siccome il regolamento dice che deve fischiare l’arbitro non stiamo a sottolineare quanto è successo”.

Ultimo ma non meno importante, Pierpaolo Marino. Il responsabile dell’area tecnica gongola, il suo pupillo Denis sta facendo grandissime cose ma proprio l’ex direttore sportivo del Napoli non è affatto sorpreso.

“Sono contento, non è importante quando arriverà la salvezza ma sentire la fiducia e vedere come la squadra ottiene punti ci fa ben sperare. Credo che sia importante applaudire Colantuono, dopo la sosta ci aspetta un tour de force pesnate e anche a gennaio gli impegni saranno tosti. Sette gol di Denis non me li aspettavo? Sinceramente credevo potessero essere 8, se entrava il rigore con l’Inter. Scherzi a parte, non mi sorprende: è un giocatore di valore, sono contento di averlo a Bergamo. E rimarrà a Bergamo”.

Fabio Gennari

Denis crea, Consigli conserva e l’Atalanta vola

Andrea Consigli BERGAMO – Denis costruisce e Consigli conserva. Il successo della Dea contro il Cagliari è ...

Alluvione in Liguria: la Curva raccoglie 12.500 euro

La Curva nerazzurra BERGAMO -- La Curva chiama, Bergamo risponde. Nel giorno in cui la solidarietà ha cercato ...