iscrizionenewslettergif
Isola

Yara, l’assassino ha un cognome bergamasco? Il Pm non smentisce

Di Redazione4 novembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il pubblico ministero Letizia Ruggeri

Il pubblico ministero Letizia Ruggeri

BERGAMO — “Non sono state trovate corrispondenze genetiche in grado di ridurre in modo decisivo il campo delle indagini”. Dopo le notizie trapelate nelle scorse ore, il pubblico ministero Letizia Ruggeri, titolare delle indagini sull’omicidio di Yara Gambirasio frena sulla possibilità di avere individuato un ceppo genetico prossimo a quello dell’assassino della ragazzina di Brembate Sopra.

I prelievi di dna per risalire all’assassino di Yara continuano, ha spiegato ai giornalisti fuori dalla procura di Bergamo. La Ruggeri conferma che al momento non è stato trovato alcun parente dell’assassino grazie alle analisi delle tracce di dna.

Il pm però non ha voluto commentare l’ipotesi secondo cui l’omicida sarebbe un italiano. “Non posso dire nulla” ha detto la Ruggeri sul fatto che si stia investigando su un “cognome bergamasco” ovvero su una famiglia della zona. Il magistrato non ha escluso del tutto neppure il coinvolgimento dell’ex operaio del cantiere di Mapello, poiché “il personaggio non è ancora stato identificato e per questo restano in piedi tutte le ipotesi”.

Yara, il dna sui vestiti appartiene a un italiano

L'anatomopatologa Cristina Cattaneo sul luogo del ritrovamento BERGAMO -- Le tracce di dna trovate sui vestiti di Yara Gambirasio sarebbe di un ...

Yara: nuove rivelazioni questa sera a Chi l’ha visto?

Federica Sciarelli conduttrice di "Chi l'ha visto?" BERGAMO -- Promette nuove rivelazioni sull'omicidio di Yara Gambirasio la puntata di questa sera di ...