iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Confcommercio: senza interventi recessione vicina

Di Redazione26 ottobre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Carlo Sangalli

Carlo Sangalli

ROMA — “Senza crescita la stagnazione è alle porte, la recessione è dietro l’angolo”. Lo afferma la Confcommercio in un documento nel quale aggiunge che ”ciascuno deve fare la propria parte ma anzitutto e soprattutto la politica e chi oggi governa. Non sono tollerabili ne’ rinvii, ne’ annunci: il tempo della partita è scaduto”.

“E’ arrivato il momento di reagire all’avvitamento del nostro Paese – si legge nel documento titolato “Anzitutto l’Italia” e presentato agli Stati generali della Confcommercio dal presidente Carlo Sangalli – nella spirale perniciosa tra l’indebolimento strutturale del suo potenziale di crescita e gli effetti depressivi delle pur necessarie manovre di risanamento della finanza pubblica”.

La Confcommercio ricorda che “nei prossimi dodici mesi il nostro Paese dovrà rimborsare titoli di Stato per circa 300 miliardi di euro e finanziare il fabbisogno corrente. Senza crescita, senza più crescita, la stagnazione è alle porte. La recessione è dietro l’angolo. Ciascuno deve fare la propria parte: tutta e sino in fondo. La deve fare l’Italia. In Italia, la devono fare – anzitutto e soprattutto – la politica e chi oggi governa. Non sono ulteriormente tollerabili né rinvii, né annunci. Il tempo della partita è scaduto. Siamo ai recuperi. Ora e subito, occorre serietà e rigore”, chiede l’associazione dei commercianti.

Treviso, studentessa violentata nel sottopasso della stazione

Nuovo caso di violenza sessuale TREVISO -- Una studentessa di 21 anni è stata violentata ieri mattina nel sottopassaggio della ...

Treviso, telecamera riprende il violentatore del sottopasso

polizia-primaTREVISO -- Sulle tracce del colpevole. Gli investigatori della Polizia hanno in mano alcuni fotogrammi ...