iscrizionenewslettergif
Bergamo

Presi i rapinatori della gioielleria Marchesi: sono brindisini

Di Redazione20 ottobre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La polizia in azione

La polizia in azione

BERGAMO — Una trasferta per rapina. Grazie alla collaborazione della Squadra mobile di Bergamo, due banditi brindisini sono stati arrestati dalla polizia pugliese. Sarebbero i responsabili della rapina da 100mila euro alla gioielleria “Marchesi” di via Borgo Palazzo a Bergamo, avvenuta il 30 settembre scorso.

Gli arrestati sono Emilio Mela e Luigi Blasi, rispettivamente di 37 e 27 anni. I due erano entrati nella gioielleria fingendosi clienti, si erano fatti aprire la cassaforte dalla commessa. Non appena conclusa l’operazione, uno dei due banditi aveva estratto una pistola e, minacciandoli, aveva legato la donna e il titolare del negozio chiudendoli nel retrobottega.

Poi avevano preso il contenuto della cassaforte ed erano fuggiti. Determinante per la loro cattura la descrizione fatta dai due malcapitati. Uno aveva un tatuaggio a forma di “K” sul collo. L’altro, il braccio ingessato. Le indagini si sono spostate a Brindisi e a Lecce dove gli investigatori sono riusciti ad identificare e arrestare i rapinatori.

LEGGI ANCHE
Rapina da 100mila euro alla gioielleria Marchesi

Diffamò Lele Mora: Lucio Presta rinviato a giudizio

Lele Mora BERGAMO -- Battaglia fra agenti dello spettacolo e dei vip a Palazzo di Giustizia di ...

Bergamoscienza supera quota 110mila presenze

Uno dei laboratori di Bergamoscienza BERGAMO -- Nuova edizione da record per Bergamoscienza. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, ...