iscrizionenewslettergif
Politica

Decreto sviluppo: ecco tutti i contenuti al vaglio

Di Redazione20 ottobre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Berlusconi, Frattini e Tremonti

Berlusconi, Frattini e Tremonti

ROMA — Il premier Berlusconi ha detto che i soldi non ci sono e quindi “dovremo inventarci qualcosa”. Certo dalla prima bozza del decreto sviluppo qualche idea del tutto nuova è arrivata. Ecco i contenuti della bozza al vaglio del governo.

Garanzia Stato per mutui a giovani coppie
Le giovani coppie sposate senza un contratto di lavoro a tempo indeterminato avranno “una garanzia” dello Stato per accendere un muto sulla prima casa.

Servizi universitari solo online dal 2012
A decorrere dall’anno accademico 2012-2013, le università italiane statali e non statali sono obbligate ad adottare la procedura telematica per l’iscrizione, i pagamenti, la gestione delle carriere degli studenti e la prenotazione degli esami “nonchè la relativa verbalizzazione e conservazione dei documenti in modalità digitale”.

Pensione professori universitari a 68 anni
I professori universitari ordinari andranno in pensione a 68 anni anzichè a 70. E’ quanto si legge nella bozza del decreto sviluppo a cui sta lavorando il Governo.

Assunzioni università, termini prorogati al 2012
Proroga al 31 dicembre 2012 del termine “per procedere alle assunzioni del personale universitario nel limite di spesa pari al cinquanta per cento di quella relativa al personale a tempo indeterminato complessivamente cessato nell’anno 2010” ai sensi della legge 133 del 2008.

Bus, arriva il biglietto elettronico
Per incentivare l’uso degli strumenti elettronici per migliorare i servizi ai cittadini nel settore del trasporto pubblico locale, riducendone i costi, le aziende di trasporto locale adotteranno sistemi di bigliettazione elettronica e di pagamento interoperabili a livello nazionale.

Casa, arriva la polizza anti-calamità
Per garantire un’adeguata e tempestiva riparazione e ricostruzione di beni immobili privati destinati a uso abitativo danneggiati o distrutti da calamità naturali verrà istituito l’obbligo di una polizza anti-calamità naturali.

Meno controlli alle imprese
I controlli sulle imprese vengono razionalizzati e semplificati con l’obiettivo di ”recare minore intralcio” all’attivita’ imprenditoriale. E’ quanto si legge nella bozza del dl sviluppo in cui si prevede ”la proporzionalita’ dei controlli e dei connessi adempimenti amministrativi al rischio inerente l’attivita’ controllata’. Viene inoltre disposto ”il coordinamento e la programmazione dei controlli da parte delle amministrazioni evitando duplicazioni e sovrapposizioni”.

Certificato online anche per congedo malattia dei figli
Certificati on-line anche in caso di malattia dei figli. E’ uno degli altri punti della la bozza del decreto sviluppo in cui si legge che “al fine di assicurare un quadro completo delle assenze nei settori pubblico e privato e un efficace sistema di controllo delle stesse, nonché di semplificare gli adempimenti a carico dei lavoratori, riducendone i costi connessi, in tutti i casi di assenza per malattia del figlio, la certificazione di malattia è inviata per via telematica”.

Incentivi fiscali per le infrastrutture
Una parte della bozza è poi dedicata agli incentivi fiscali per investimenti in infrastrutture. “I soggetti aggiudicatari di nuove opere infrastrutturali comprese in piani o programmi approvate dalle competenti amministrazioni pubbliche, ai fini dell’imposta sulle società – si legge – possono dedurre dal reddito di impresa l’equivalente degli aumenti di capitale destinati ad investimenti infrastrutturali”.

Programmi speciali per le aree di crisi
Arrivano i programmi speciali per le aree di crisi. Secondo quanto si legge nella bozza del testo del decreto sviluppo, a cui sta lavorando il Governo, sarà l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa ad attuarli, mentre sarà il ministero dello Sviluppo economico, sentite le Regioni coinvolte, ad approvarli e a trasmettere ogni anno al Cipe un rapporto sullo stato di attuazione degli interventi cantierati.

Acquisto case enti previdenziali entro il 31/3/2012
Gli inquilini di case degli enti previdenziali di cui non sia stato completato il programma di dismissione possono, se hanno titolo all’acquisto, “esercitare il diritto di riscatto nel termine del 31 marzo 2012 mediante dichiarazione scritta inviata, anche in via telematica, all’ente proprietario”.

Pubblica amministrazione, concorsi unici dal 2013
A decorrere dal primo gennaio 2013, il reclutamento dei dirigenti e delle figure professionali comuni a tutte le amministrazioni pubbliche si svolge mediante concorsi pubblici unici, nel rispetto dei principi di imparzialità, trasparenza e buon andamento.

Ok a soggiorno stranieri in attesa di permesso
I lavoratori stranieri potranno “legittimamente soggiornare” in Italia in attesa del rilascio o del rinnovo del permesso di soggiorno. E’ quanto previsto all’articolo 121 della bozza del decreto sviluppo. Nel testo si legge che il lavoratore può svolgere temporaneamente l’attività lavorativa “fino ad eventuale comunicazione dell’autorità di pubblica sicurezza, da notificare anche al datore di lavoro, con l’indicazione dell’esistenza dei motivi al rilascio o al rinnovo”. Per usufruire di questa possibilità, si legge nel testo, “la richiesta del rilascio del permesso di soggiorno per motivi di lavoro deve essere stata effettuata dallo straniero all’atto della stipula del contratto di soggiorno, ovvero, nel caso di rinnovo, la richiesta deve essere presentata prima della scadenza del permesso”. Inoltre, l’ufficio preposto deve rilasciare allo straniero la ricevuta “attestante l’avvenuta prenotazione della richiesta di rilascio o rinnovo del permesso”.

Multa agli albergatori che violano registrazione clienti
I gestori di alberghi e altre strutture ricettive, compresi campeggi, case per vacanze, affittacamere e bed and breakfast possono incorrere in sanzioni amministrative da un minimo di 300 euro a un massimo di 1800 euro se violano le disposizioni sulle modalita’ di registrazione dei clienti alloggiati. E’ quanto si legge nella bozza del decreto sviluppo. I gestori sono tenuti a comunicare i dati dei clienti alle autorita’ locale di pubblica sicurezza entro 24 ore dall’arrivo e conservare i dati per un anno.

Obbligazioni di progetto
Per realizzare infrastrutture le societa’ concessionarie potranno emettere obbligazioni. Lo prevede la bozza del decreto sviluppo. Queste obbligazioni, trattate a livello fiscale come i titoli di stato, potranno essere sottoscritte solo da investitori professionali o enti di previdenza (pubblici e privati) e saranno nominative. I titoli dovranno ”riportare chiaramente ed evidenziare distintamente un avvertimento circa l’elevato profilo di rischio associato all’operazione”.

Trasporti ferroviari, arriva reciprocità delle limitazioni
Alle imprese estere che esercitano servizi ferroviari in Italia saranno applicate le stesse limitazioni previste nei loro Paesi rispetto alle imprese italiane che esercitano l’attività nei loro territori. Lo prevede la bozza del decreto Sviluppo ”al fine di garantire l’effettivo e pieno rispetto del principio di reciprocità”.

Arriva la Borsa dei carburanti
Verrà istituita una sorta di ‘borsa dei carburanti’ con listini ‘almeno settimanali’ e divieto per le compagnie petrolifere di gestire direttamente gli impianti di distribuzione.

Stato d’emergenza per le opere strategiche
Arriva la possibilita’ di deliberare lo stato d’emergenza per le infrastrutture strategiche. Lo si legge nella bozza del dl sviluppo, in cui si precisa che questo avviene ”qualora si evidenzino gravi difficolta’ o particolari complessita’ nella realizzazione”. Una volta deliberato lo stato di emergenza l’attuazione degli interventi puo’ avvenire anche con ”ordinanze in deroga ad ogni disposizione vigente”. Inoltre il presidente del Consiglio puo’ conferire i poteri di attuazione degli interventi ai commissari straordinari.

Silenzio assenso per il permesso di costruire
Se non viene espresso ”motivato diniego” sulla domanda di permesso di costruire entro 90 giorni dalla richiesta scatta il meccanismo del silenzio-assenso. Cioe’ il permesso viene accordato. Lo prevede la bozza del decreto Sviluppo che esclude pero’ i casi in cui sussistono vincoli ambientali, paesaggistici o culturali.

Rossi (Pd): questa Provincia manca di idee (video)

Matteo Rossi BERGAMO -- "L'amministrazione provinciale manca di idee, di una visione attorno cui aggregare i diversi ...

D’Aloia su Uniacque: pochi soldi, necessari interventi su tariffe

Gianni D'Aloia e Carlo Saffioti BERGAMO -- Il piano industriale di Uniacque sarà pronto entro un paio di mesi. Lo ...