iscrizionenewslettergif
Italia

Frode da 7,7 milioni: nei guai il “re dei videopoker”

Di Redazione17 ottobre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Gioacchino Campolo

Gioacchino Campolo

REGGIO CALABRIA – Aveva manomesso le macchinette elettroniche perché non trasmettessero informazioni sulle sui vincite ai monopoli di Stato. E così ha evaso al fisco qualcosa come 7,7 milioni di euro. E’ stato arrestato con l’accusa di frode fiscale Gioacchino Campolo, meglòio noto come il “re dei videopoker”.

Il suo impero, secondo la Finanza, sarebbe stato totalmente costruito in maniera illecita. Campolo, oltre a non dichiarare i propri guadagni al fisco, imponeva l’installazione dei suoi videopoker agli esercizi commerciali di Reggio Calabria. Dopo essere stato condannato a 18 anni in primo grado per estorsione aggravata, ora si scopre la maxifrode.

In passato l’imprenditore era stato coinvolto nelle operazioni Geremia e Les Diable che avevano portato al suo arresto e al sequestro del suo impero economico.

Gli indignati si dissociano. Il web contro i black bloc: smascheriamoli

I black bloc in azione a Roma ROMA -- Giro di vite contro i black bloc. E' in corso su tutto il ...

I black bloc arrestati rischiano 15 anni di galera

Roma messa a ferro e fuoco dai Black bloc ROMA -- Rischiano fino a 15 anni di reclusione i 12 manifestanti arrestati sabato scorso ...