iscrizionenewslettergif
Esteri

Allarme in Thailandia: inondazioni liberano centinaia di coccodrilli

Di Redazione17 ottobre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Liberi centinaia di coccodrilli

Liberi centinaia di coccodrilli

BANGKOK, Thailandia — E’ allarme in Thailandia, da dieci giorni alle prese con delle inondazioni senza precedenti. Gli abitanti dell’ex capitale imperiale thailandese di Ayutthaya, a nord di Bangkok, oltre che con le piogge torrenziali devono ora vedersela con un centinaio di coccodrilli fuggiti dagli allevamenti grazie all’aumento del livello dell’acqua.

Le autorità hanno offerto una taglia da 1.000 bahts (25 euro) a chiunque ne catturerà uno vivo. “I coccodrilli devono essere catturati per la sicurezza degli abitanti”, ha spiegato il ministro della Sanità, Vitthaya Buranasiri. “Siamo riusciti a coordinarci con il dipartimento della Pesca per scoprire gli animali nelle zone inondate. Oltre a coccodrilli, anche tigri e serpenti”, gli ha fatto eco il ministro delle Risorse naturali.

Le inondazioni, le più gravi degli ultimi decenni, interessano un terzo del territorio nazionale. Oltre 300 finora i morti accertati. Mentre sono 110mila le persone che hanno trovato riparo nei centri di accoglienza.

A Bangkok, città con 12 milioni di abitanti, inondato il centro, mentre in alcuni sobborghi si registrano oltre due metri di acqua. Salvo per ora l’aeroporto internazionale.

Bufera sul Wall Street Journal: “taroccava” i dati di vendita

Il Wall Street Journal LONDRA, Gran Bretagna -- Dopo il "News of the world", un nuovo scandalo colpisce l'impero ...

Indy Car: pilota muore in uno spaventoso incidente (video)

L'auto del pilota morto nell'incidente LAS VEGAS, Usa -- Un terribile incidente durante la gara del campionato Indy Car di ...