iscrizionenewslettergif
Provincia

Lanzarote: mamma bergamasca strangolata dal compagno senegalese

Di Redazione13 ottobre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Puerto del Carmen

Puerto del Carmen

LANZAROTE, Spagna — Si e presentato al commissariato di Puerto del Carmen, a Lanzarote, con una bimba di due anni sottobraccio, confessando di aver strangolato e ucciso la madre. Un uomo di origini senegalesi è accusato dell’omicidio volontario della compagna Mara Serighelli, 36enne di Osio Sotto.

L’uomo, secondo la confessione rilasciata, ha detto di aver strangolato la poveretta con un cavo elettrico. La polizia che si è recato sul luogo dell’omicidio in calle Rociega a Puerto del Carmen, ha trovato la vittima stesa sul letto, con il filo elettrico avvolto attorno al collo. Secondo quanto riportano i giornali spagnoli la bimba potrebbe aver assistito all’omicidio.

Il senegalese era irregolare in Spagna da oltre tre anni. Ieri notte avrebbe bussato alla porta di un vicino di casa in stato di forte nervosismo, per chiedere una sigaretta.

La bergamasca assassinata lavorava in una pizzeria della zona turistica di Tias. E da quanto riferiscono i vicini di casa, la coppia aveva una vita all’apparenza tranquilla. La magistratura spagnola ha disposto l’autopsia sul cadavere. La bimba è stata affidata ai servizi sociali.

Orobie: a rischio estinzione il 60 per cento della flora

Un momento del convegno BERGAMO -- "Il 60 per cento di specie della flora delle orobie rischia l’estinzione nel ...

Coldiretti: la nuova politica Ue danneggia le aziende italiane

Agricoltura BERGAMO -- “Per il settore agricolo la posta in gioco è molto alta. Poiché si ...