iscrizionenewslettergif
Bassa

Verdellino: due bambini contagiati dal virus dell’epatite A

Di Redazione12 ottobre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il virus dell'epatite A

Il virus dell'epatite A

VERDELLINO — Due fratellini che frequentano una scuola di Verdellino sono stati contagiati dall’epatite A. Lo rende noto l’Asl che ha proposto la vaccinazione facoltativa ai bambini della scuola materna.

L’epatite A è derivata da un virus. Il periodo medio di incubazione è intorno alle 4 settimane. Si trasmette quasi esclusivamente per via oro-fecale. Il contagio è più frequente in autunno e nella fase iniziale dell’inverno. In Italia fattori di rischio da virus Hav sono il consumo di frutti di mare, l’abuso di alcolici, acqua contaminata o viaggi in aree dove l’epatite A è endemica, ma anche il lavoro in scuole materne.

La vicenda parte da un controllo medico effettuato dal medico di base su un bambino delle scuole medie. Dalla visita il bambino è risultato positivo alla malattia. Il medico ha subito avvisato l’ospedale e il piccolo è stato ricoverato. L’Asl è stata messa al corrente e successivi controlli effettuati sulla famiglia hanno rilevato un secondo caso di contagio asintomatico: si tratta del fratellino che frequenta la scuola dell’infanzia.

Della delicata questione è stata avvisata anche la scuola. Per questo i medici dell’Asl nei giorni scorsi hanno incontrato i genitori delle medie e della materna e hanno consigliato la vaccinazione per un’ottantina di bambini.

La presenza dei virus nelle feci è riscontrabile nelle 2 settimane che precedono l’esordio della malattia e nella prima settimana del decorso clinico. Durante l’incubazione e durante il primo manifestarsi della fase acuta, il paziente può aver contagiato coloro che hanno avuto contatti stretti con lui. Contatti occasionali, lavoro o scuola in comune non sono da considerarsi eventi a rischio di contagio.

La malattia si manifesta con i seguenti sintomi: astenia, malessere, perdita di appetito, nausea, vomito, febbre, urine scure, feci chiare, comparsa di ittero e prurito. Nel bambino la manifestazione prevalente è la diarrea.

Incidente fra tre auto: motociclista finisce fra le fiamme

L'ambulanza ROMANO DI LOMBARDIA -- Un bergamasco si trova ricoverato in gravi condizioni al Centro grandi ...

Litiga con un extracomunitario e gli “spara”: ma l’arma è una scacciacani

L'auto della polizia TREVIGLIO -- Che nel capoluogo della Bassa la convivenza fra residenti e stranieri non sia ...