iscrizionenewslettergif
Poesie

“Mia moglie” di Raymond Carver

Di Redazione12 ottobre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Mia moglie è scomparsa insieme ai suoi vestiti.
Si è lasciata dietro due paia di calze di nylon e
una spazzola per capelli dimenticata dietro il letto.
Vorrei richiamare la vostra attenzione
su queste calze formose e sul robusto
capello scuro impigliato tra le setole della spazzola.
Lascio cadere le calze nel sacco della spazzatura; la spazzola
me la tengo e la userò io. È solo il letto
a sembrare strano e impossibile da spiegare.

“Persi nella vita” di Martin Luther King

media_httphomepagemaccomzichiPicturesblogger2josephfarquharsonjpg_CEDhkrgunkzGHCs.jpg.scaled1000 Niente è più tragico che incontrare una persona perduta, senza più fiato, nel labirinto della vita. ...

“Bianca stella” di Sara Teasdale

P1010052 Solenne si compì nell'aria bruna della tragedia il perfetto finale: sparì la bianca stella verginale della sera, salì ...