iscrizionenewslettergif
Bassa

Litiga con un extracomunitario e gli “spara”: ma l’arma è una scacciacani

Di Redazione12 ottobre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'auto della polizia

L'auto della polizia

TREVIGLIO — Che nel capoluogo della Bassa la convivenza fra residenti e stranieri non sia mai stata facile non lo scopriamo oggi. Ma la vicenda che andiamo a raccontarvi la dice lunga sul grado di tensione raggiunto. Ebbene, un giovane trevigliese, dopo un litigio con un extracomunitario reo di aver gettato palesemente della carta per terra, ha estratto una pistola e gli ha “sparato”. Per fortuna si trattava di una pistola a salve.

Tutto ha origine in via Curletti. Sono le 14 quando l’extracomunitario getta per terra della cartaccia e si prende il rimprovero risentito del giovane trevigliese. Per tutta risposta, l’extracomunitario passa alza la voce e passa agli insulti. La cosa presto prende una brutta piega. Finché il trevigliese non decide di estrarre la pistola finta e di “sparare” al villanzone. L’extracomunitario fugge per lo spavento, senza notare che la pistola aveva un tappo rosso. I passanti, esterrefatti, assistono alla scena e chiamano subito il 118. Temendo una vera sparatoria, sul posto arrivano in un battibaleno le volanti della polizia.

Ma fin dal primo controllo gli agenti si rendono conto che l’arma è una scacciacani. Fa rumore e nulla più. I poliziotti hanno comunque sequestrato la pistola e identificato i due litiganti. La posizione del trevigliese è al vaglio. Rischia una denuncia.

Verdellino: due bambini contagiati dal virus dell’epatite A

Il virus dell'epatite A VERDELLINO -- Due fratellini che frequentano una scuola di Verdellino sono stati contagiati dall'epatite A. ...

Mamma incinta e due bimbi travolti sulle strisce pedonali

L'interno dell'elicottero di soccorso BARIANO -- Drammatico incidente stradale questa mattina in via Locatelli, a Bariano. Una mamma incinta, ...