iscrizionenewslettergif
Bergamo

E’ morto Giuseppe Grossi, il re delle bonifiche

Di Redazione12 ottobre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'inceneritore di Dalmine della Rea

L'inceneritore di Dalmine della Rea

BERGAMO — E’ morto all’età di 64 anni, Giuseppe Grossi, il discusso imprenditore vicino a Comunione Liberazione e considerato il re delle bonifiche in Italia.

Grossi con la sua Green Holding ha costruito nel tempo un vero e proprio impero nel campo dell’ecologia fino a diventare proprietario della Rea Spa, che gestisce l’inceneritore di Dalmine.

L’imprenditore bergamasco però è finito sulla prime pagine di tutti i giornali per una vicenda ancora da chiarire: quella della bonifica ambientale dell’area Montecity, a sud di Milano, e alla successiva costruzione del nuovo quartiere Santa Giulia.

In merito a questa vicenda Grossi è stato arrestato e poi rinviato a giudizio per aver creato dei fondi neri per una ventina di milioni di euro e trasferito al carcere di San Vittore con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla frode fiscale e truffa.

Di recente le sue condizioni di salute sono drammaticamente peggiorate. Due mesi fa l’imprenditore è stato ricoverato al policlinico San Matteo di Pavia dove ha subito un trapianto di cuore.

Malore durante la lezione di ginnastica: 14enne grave

L'ambulanza BERGAMO -- Si trova ricoverato in gravi condizioni agli Ospedali Riuniti di Bergamo il ragazzo ...

Superbollo sulle auto di lusso: da pagare entro il 10 novembre

Una meravigliosa Lamborghini Aventador BERGAMO -- Alla fine, la scadenza è stata stabilita. Chi possiede veicoli, suv o auto ...