iscrizionenewslettergif
Politica

Partito popolare, prima mossa: un nuovo sistema fiscale

Di Redazione5 ottobre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Gianantonio Arnoldi durante il suo discorso

Gianantonio Arnoldi durante il suo discorso

BERGAMO — Una riforma che preveda un nuovo sistema fiscale, con sanzioni più rilevanti – fino la 30 per cento – per chi non paga le tasse ma più possibilità di scaricare fatture di ogni genere da parte dei cittadini e delle famiglie. E’ la proposta avanzata dal ministro dell’Agricoltura Saverio Romano all’incontro dal titolo “Costruiamo il nuovo Partito Popolare”, che si è tenuto lunedì sera al Pianone, in Città Alta.

Alla cena con il ministro hanno preso parte circa 300 persone. A fare gli onori di casa un democristiano della prima ora: Gianantonio Arnoldi. Presenti esponenti di spicco della società bergamasca, molti esponenti politici della vecchia Democrazia Cristiana e dell’attuale Pdl, i fedelissimi arnoldiani, per una serata che sancisce il primo passo verso quello che sarà il nuovo Partito popolare.

“Bergamo – ha detto Arnoldi nel suo discorso – è un laboratorio politico in cui cominciare a sperimentare questa nuova formula politica. Sarà un percorso lungo ma necessario per costruire un’alternativa possibile”. “Devo però dire – ha aggiunto il ministro Romano, legato al collega bergamasco fin dai tempi del Gio 1, dei giovani democristiani – che la prima mossa di Angelino Alfano non mi è piaciuta. Che senso ha, mi chiedo, convocare dei congressi del Pdl quest’anno dopo aver dichiarato che l’obiettivo per il prossimo periodo è la costruzione del Partito Popolare?”.

Pdl, i giovani in piazza: vogliamo essere protagonisti

Un gazebo del Pdl TREVIGLIO -- Sabato 8 ottobre, dalle ore 15.30, Giovane Italia Bassa Bergamasca, il Popolo della ...

Congresso Pdl: blocco Piccinelli in vantaggio di mille tessere

Enrico Piccinelli BERGAMO -- Un distacco di 1000 tessere. Stando a calcoli realistici, il blocco laico che ...