iscrizionenewslettergif
Bassa

Stazione di Treviglio: forse quella morte poteva essere evitata

Di Redazione30 settembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un treno in transito

Un treno in transito

TREVIGLIO — Che quella stazione, in cui sfrecciano i treni dell’alta velocità ma nel contempo regna un certo stato di degrado a causa dei lavori di ampliamento, fosse pericolosa era cosa nota. Ma forse, la tragica morte di una persona avvenuta nei giorni scorsi poteva essere evitata.

Dalla stazione ferroviaria di Treviglio transitano qualcosa come 3000 persone al giorno. Mercoledì pomeriggio, una donna ha cercato di attraversare i binari appena dopo la stazione ed è stata travolta da un treno in partenza.

Eppure già nel 2009, in un’interrogazione presentata in consiglio comunale dall’allora capogruppo della Lega Nord Patrizia Siliprandi si faceva riferimento alla mancanza di ascensori per i sottopassi, che costringeva soprattutto anziani e persone con bagagli ad avventurarsi, nonostante i divieti, in pericolosi attraversamenti dei binari.

“Non vi è neppure un ascensore che dai sottopassi porti ai binari – si leggeva nel documento -, creando così gravi difficoltà agli anziani costretti a scendere e a risalire le scale dei sottopassi medesimi, ma anche a chi deve trasportare i propri bagagli”. Risultato: in molti, piuttosto che affrontare l’impresa, preferiscono attraversare i binari. E alla fine c’è scappato il morto.

Attraversa i binari, travolta e uccisa dal treno

Tragico incidente a Treviglio TREVIGLIO -- Tragico vicenda nel pomeriggio sulla linea ferroviaria Milano-Brescia-Venezia all’altezza di Treviglio. Una donna ...

La segnalazione: cacciatori uccidono due volpi a Osio

Una volpe OSIO SOPRA -- Per quanto non sia l'attività tipica del nostro paese, dove peraltro ci ...