iscrizionenewslettergif
Politica

Fema, Misiani (Pd): i lavoratori siano liberi di esprimersi

Di Redazione29 settembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Antonio Misiani

Antonio Misiani

BERGAMO — “Sarebbe molto grave se i i tempi delle retribuzioni fossero condizionati dall’adesione o meno ad uno sciopero. Premesso che ritengo preziosa oltre che necessaria l’autonomia delle aziende e dei sindacati dalla politica mi permetto di esprimere preoccupazione per quanto leggiamo sulla stampa locale”. Lo ha detto il parlamentare bergamasco del Partito Democratico Antonio Misiani in merito alle notizie sui pagamenti degli stipendi arretrati ai lavoratori della Fema.

“I lavoratori devono potersi esprimere liberamente senza il rischio essere penalizzati risptto ai lavoratori che scelgono di non aderire
alle proteste sindacali. Confido che tutti i soggetti in campo rispettino le persone e le regole e che si possano dirimere i conflitti, anche
aspri, senza danneggiare i lavoratori e le loro famiglie”, conclude Misiani.

Stucchi (Lega): via i profughi violenti da Camerata Cornello

Giacomo Stucchi BERGAMO -- Una nuova collocazione sul territorio europeo per i profughi libici che attualmente stazionano ...

Bossi attento, la Liga Veneta preme per la secessione

Daniele Stival BERGAMO -- I segnali sono forti e importanti. La Liga Veneta, che per ora è ...