iscrizionenewslettergif
Mamme e Bimbi

Parto: uno su 10 è a rischio

Di Redazione28 settembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Partorire in sicurezza

Partorire in sicurezza

Garantire la sicurezza non solo in gravidanza, ma anche- e soprattutto- al momento del parto. Si calcola che un parto su 10 avvenga in strutture a rischio, ovvero che eseguono meno di 500 parti l’anno.

Nonostante il piano di riordino del ministero ne imponga la chiusura da quasi un anno e cerchi di contrastare l’abuso dei tagli cesare, i passi da fare sono ancora molti.

I centri più grandi, quelli dove si registrano più di 500 nascite annue, dovranno essere certificati con criteri oggettivi e
dovranno avere ad esempio: una guardia medica-ostetrica 24 ore su 24 con ginecologo, ostetrico ed anestesista. La riorganizzazione dell’assistenza materno infantile dovrà inoltre tenere conto dell’evoluzione demografica e della sempre maggiore presenza di donne provenienti da altre nazioni e culture.

Combattere l’obesità con i fumetti

Braccio di ferro Supereroi dei fumetti, come modelli di comportamento, per stimolare e educare i più piccoli ad ...

Dopo travaglio e parto, ecco il secondamento

Neonato Dopo la nascita del bimbo bisognerà attendere ancora un evento, importante quasi quanto il parto ...