iscrizionenewslettergif
Politica

Congresso Pdl: i due blocchi a caccia di consensi fuori dal partito

Di Redazione26 settembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Enrico Piccinelli

Enrico Piccinelli

BERGAMO — Mentre i congressi per il regionale sono ben lungi da venire, a Bergamo si affilano le armi in vista del congresso del Pdl provinciale che si terrà, a quanto pare, la prima settimana di dicembre.

Fervono le trattative sotterranee dei due grandi blocchi che presumibilmente si fronteggeranno a un congresso che difficilmente sarà unitario. Come vi abbiamo anticipato nei giorni scorsi, a confrontarsi su due progetti politici diversi, ma che poi necessariamente confluiranno nel progetto più grande del partito popolare, saranno i laici e gelminiani, capitanati da Enrico Piccinelli, e i laico-ciellini che non hanno ancora individuato il loro candidato (le ultime indiscrezioni parlano del sindaco di Ponte Nossa Angelo Capelli, ma non solo) ma si reggono sull’asse Raimondi-Pagnoncelli-Carrara e una parte degli ex An che non fa capo a Macconi.

Gli ultimi retroscena di questo fine settimana parlano di trattative da parte del gruppo Piccinelli per allargare il più possibile la parte del consenso, anche oltre i confini del partito stesso. Secondo quanto si apprende, l’orizzonte non sarebbe più limitato al Pdl ma sarebbe allargato a tutto il ceto moderato.

Lo stesso sta facendo il gruppo Raimondi-Pagnoncelli. I leader e i loro ambasciatori hanno tenuto diversi incontri per aggregare altri gruppi cattolici, seppur piccoli, sotto la bandiera del progetto formigoniano.

Un tunnel da Ginevra al Gran Sasso: la gaffe della Gelmini spopola sul web

Mariastella Gelmini ROMA -- Se si sia trattato di uno svarione della ministra o di un pasticcio ...

Berlusconi non molla: vinceremo anche nel 2013

Silvio Berlusconi CUNEO -- "Non possiamo andare incontro alle aspettative dei media e dell'opposizione. Non ci dimetteremo ...