iscrizionenewslettergif
Poesie

“Le nere scale della mia taverna” di Sandro Penna

Di Redazione25 settembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Le nere scale della mia taverna
tu discendi tutto intriso di vento.
I bei capelli caduti tu hai
sugli occhi vivi in un mio firmamento remoto.
Nella famosa taverna
ora è l’odore del porto e del vento.
Libero vento che modella i corpi
e muove il passato ai bianchi marinai.

“Il parco umido” di Aldo Palazzeschi

autumn-park-andrey-soldatenko Il parco è serrato serrato serrato, serrato da un muro ch'è lungo le miglia le miglia ...

“Tra le labbra dell’acqua” di A. Ruy Sanchez

tempest-david-jones Mi entri nelle orecchie disegnando chiocciole di mare: già mi porto dentro le tue tempeste, ...