iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Satellite in caduta: possibile impatto sulle regioni del Nord Italia

Di Redazione22 settembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il satellite in caduta

Il satellite in caduta

MILANO — I frammenti di un vecchio satellite della Nasa che, secondo le simulazioni dell’agenzia spaziale americana, venerdì si distruggerà a contatto con l’atmosfera terrestre potrebbero cadere sulle regioni del Centro e Nord Italia.

In base ai dati forniti dall’Agenzia spaziale italiana (Asi), la previsione di caduta è centrata intorno alle 19:15 (ora italiana) di domani, con una finestra di incertezza che si apre alle ore 13 del 23 settembre e si chiude alle ore 5 del 24 settembre.

“All’interno di questo arco temporale non è ancora possibile escludere la possibilità, anche se remota, che uno o più frammenti del satellite possano cadere sul nostro territorio” spiegano dal Dipartimento della Protezione civile. Il Dipartimento spiega che saranno potenzialmente coinvolte le regioni settentrionali del nostro Paese (Valle D’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia e le Province Autonome di Trento e Bolzano). Secondo quanto avrebbero rilevato gli scienziati, la probabilità attuale di caduta sulle nostre regioni è dello 0,9 per cento.

In realtà non sembra esserci ancora un’idea chiara sulla traiettoria. La reale traiettoria potrà essere stabilita solo un’ora e mezza prima della caduta che, secondo alcune ipotesi, potrebbe interessare il Nord Est.

Non ci sarà nessuna evacuazione dei cittadini che abitano nelle zone che potrebbero essere interessate dalla caduta dei frammenti del satellite, prevista tra le 19 di venerdì e le 5 di sabato, «anche perché dovremmo evacuare 20 milioni di persone», ha detto il capo della Protezione civile, Franco Gabrielli, al termine del Comitato operativo della Protezione.

“Ci troviamo di fronte a un evento di cui non c’è letteratura – ha spiegato – perchè la stragrande maggioranza di questi frammenti cade in mare o in zone deserte. Dunque stiamo cercando di mettere in piedi per la prima volta un sistema di autoprotezione che passa innanzitutto per una informazione trasparente, chiara e tempestiva”.

Al momento, ha spiegato Gabrielli, i suggerimenti che vengono dati alla popolazione sono di evitare i luoghi aperti nelle finestre di caduta e di evitare i piani alti degli edifici e di porsi sotto le architravi o nelle zone ad angolo delle proprie case e non al centro dei solai.

La Protezione civile diramerà un bollettino ogni due ore fino al momento in cui si avrà la certezza del punto di caduta dei frammenti.

LEGGI ANCHE
Satellite in caduta: la traiettoria (video)

Satellite Nasa in caduta: possibile pioggia di pezzi sull’Italia

Riproduzione del satellite in caduta ROMA -- Potrebbero cadere anche sull'Italia i componenti del vecchio satellite della Nasa che dovrebbe ...

Satellite in caduta: 26 pezzi in arrivo. La traiettoria (video)

La possibile traiettoria di venerdì sera MILANO -- Ventisei pezzi d'acciaio, a temperature roventi, rientreranno nell'atmosfera lungo un traiettoria che sorvolerà ...